22 ottobre 2018
Aggiornato 12:30

Friuli sotto scacco delle bande di slot e orologi di valore

I ladri sanno dove colpire e dove trovare Rolex, Hublot o Audemars Piguet
Friuli sotto scacco delle bande di slot e orologi di valore
Friuli sotto scacco delle bande di slot e orologi di valore (Diario)

UDINE – Sono due le bande che nelle ultime settimane stanno mettendo a segno rapine a ripetizione in Friuli. Decine di colpi che prendono come bersaglio i locali con le slot machine e le ville abitate da persone con un certo tenore di vita.

I COLPI IN VILLA A CACCIA DI OROLOGI - Nel caso delle ville, i furti assumono tutti caratteristiche simili: i ladri sanno dove colpire e dove trovare orologi di grande valore come Rolex, Hublot o Audemars Piguet. Negli ultimi episodi denunciati, a sparire sono stati oggetti che valgono oltre 30 mila euro. I malintenzionati si appostano nei dintorni delle case, osservano i movimenti dei proprietari e colpiscono nei momenti in cui i padroni sono fuori o nel corso delle ore notturne. Professionisti del furto, persone che sanno come disattivare i sistemi di allarme (perlomeno quelli più semplici) e che agiscono molto in fretta. Come già accaduto a Lignano, se non trovano quello che cercavano, tornano in casa nei giorni successivi, andando quindi a colpo sicuro. Una situazione a cui le forze dell’ordine faticano a opporsi, soprattutto perché sono richiesti tempi di reazioni rapidissimi, che spesso, a causa della scarsità di personale, non sono possibili.

LE SALE SLOT - La seconda banda, invece, è specializzata in colpi nei locali dotati di slot machine. Tutto nasce con un furto messo a segno in una concessionaria di Artegna. Qui i ladri sono riusciti a portare via tre vetture: due sono già state utilizzate per spaccate a Martignacco e Fagagna. Ne manca ancora una. I ladri colpiscono anche senza l’utilizzo di veicoli, ma, come avvenuto a Codroipo, magari infrangendo le vetrate dei bar a colpi di piccone. A quanto pare tutti i colpi sarebbero preceduti da un sopralluogo nel locale: è accaduto a Codroipo e a Fagagna, e molto probabilmente anche a Martignacco.