16 agosto 2018
Aggiornato 04:30

Due viaggi fotografici di impronta solidale nel Sud Est Asiatico

A fine gennaio 2019 la Cambogia e il Vietnam e a febbraio-marzo 2019 la Birmania
Due viaggi fotografici di impronta solidale nel Sud Est Asiatico
Due viaggi fotografici di impronta solidale nel Sud Est Asiatico (Eugenio Novajra)

UDINE - Due viaggi fotografici, due occasioni per visitare e fotografare tre paesi dell’Estremo Oriente, Cambogia, Vietnam e Birmania, attraverso itinerari noti e al tempo stesso inconsueti, al di fuori dai più frequentati tour del turismo. Anzi con una forte connotazione di turismo responsabile, finalizzata al finanziamento di progetti di natura ambientale, educativa, sanitaria e sociale. Due viaggi di quattordici giorni (13 notti) costruiti e pensati per immergersi nelle atmosfere più suggestive tra paesaggi e manufatti creati dall’uomo e da antiche culture e natura pura. Il tutto con l’accompagnamento e l’assistenza del fotografo e docente di fotografia Eugenio Novajra al quale di recente è stato assegnato il Premio Fvg Fotografia 2018.

VIAGGI - Tra il 18 gennaio e il 1 febbraio 2019 si terrà un Viaggio fotografico in Cambogia e Vietnam del Sud lungo il Mekong e tra il 23 febbraio e il 9 marzo 2019 un Workshop fotografico in Birmania (Yangon, Inle, Pindaya, Bagan, Ngwe, Saung, Yangon). Un programma fitto e vario che avvicinerà i monaci nei loro riti quotidiani, templi e antiche architetture religiose, siti archeologici, passeggiate in campagna e navigazione sul Fiume Mekong, il Palazzo Reale di Phnom Penh, ‘perla dell’Asia’ e capitale della Cambogia dal XV secolo. Fotografia significa anche saper cogliere la vita tra le strade, come nella vivace Chaud Doc o immergersi in una riserva naturale per cogliere una delle settanta specie di uccelli acquatici presenti. Passare dai mercati su terra ai mercati galleggianti di Vinh Long e Cai Be, vedere le fornaci dei mattoni o il commercio delle noci di cocco. Non può mancare Saigon, capitale del Vietnam e poi le e dune desertiche e i villaggi di pescatori di Phan Thiet.

SUGGESTIONI - Il trasporto acquatico connoterà la prima parte del viaggio in Birmania, con diversi spostamenti su piroghe a motore e a remi tra narcisi d'acqua e fiori di loto dopo la visita a Yangon, la città più moderna della nazione. Si incontreranno i pescatori dell'etnia Intha, detti anche ‘Figli del lago’  e poi scopriremo lo speciale mercato tribale dei 5 giorni’. Si passerà dal monastero di Shwe Yan Pyay, costruito tutto in teak rosso, al monastero sull'antico vulcano di Monte Popa, per arrivare al sito archeologico della mitica Bagan e poi ancora tanti templi, pagode e mercati fino al mare della tranquilla spiaggia di  Ngwe Saung.

INFO - Le richieste di prenotazione vanno effettuate entro il 15 novembre 2018 per Cambogia e Vietnam e entro il 30 novembre 2018 per la Birmania. Per maggiori dettagli, informazioni e prenotazioni www.viaggisolidali.it | 011.4379468 | Eugenio Novajra 333.4660950 |