16 dicembre 2018
Aggiornato 00:30

Modelli 730: significativo incremento delle dichiarazioni fai da te

LA tendenza è stata resa nota dal Caf dell’Associazione Piccole e Medie Industrie del Fvg.
Modelli 730: significativo incremento delle dichiarazioni fai da te
Modelli 730: significativo incremento delle dichiarazioni fai da te (Adobe)

UDINE - Si è conclusa la campagna di presentazione dei modelli 730 del Caf dell’Associazione Piccole e Medie Industrie del Fvg, registrando un significativo incremento dei contribuenti che hanno deciso il 'fai da te'. Il modello 730 è una dichiarazione semplificata con la quale i lavoratori dipendenti, collaboratori e pensionati, possono dichiarare i propri redditi con una procedura che consente di ottenere i rimborsi oppure effettuare i versamenti delle somme a debito direttamente in busta paga. Da qualche anno questo modello può essere utilizzato anche dai contribuenti privi di un sostituto d’imposta tenuto ad effettuare il conguaglio, in questi casi il rimborso viene eseguito direttamente dall’amministrazione finanziaria

DATI SEMPRE PIU' PRECISI - Dai primi dati del Caf operativo da più di dieci anni presso l’Associazione delle Piccole e Medie Industrie - Confapi Fvg, il numero dei soggetti che hanno scelto il modello precompilato predisposto dall’amministrazione finanziaria è, comunque, in continua crescita. La tendenza è legata alla sempre maggior affidabilità e precisione dei dati in possesso dell’amministrazione finanziaria. Dati che, è bene ricordarlo, sono forniti dalle imprese e dai professionisti che costantemente sono tenuti a caricare le banche dati digitali dell’amministrazione finanziaria che in questo modo, con una certa facilità, può predisporre e rendere disponibile il modello precompilato per il contribuente.
Il modello precompilato presuppone, quindi, l’invio da parte di imprese e professionisti di una quantità enorme di informazioni del contribuente - consumi, vacanze, tipologia di dieta praticata, disponibilità bancarie e finanziarie nonché relative movimentazioni, farmaci assunti, acquisti realizzati, investimenti, sport, istruzione e svaghi di tutti gli italiani. In questo modo il sistema scarica sul mondo produttivo un onere improprio ed attua una forma di controllo dei contribuenti sacrificando i più elementari diritti di riservatezza.

IN CALO LE DETRAZIONI SULLE RISTRUTTURAZIONI - Il Caf di Confapi Fvg registra due tendenze: l’incremento dei soggetti che autonomamente hanno aderito al modello precompilato e il calo delle detrazioni legate agli interventi di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico, più marcato per gli interventi su abitazioni singole, meno marcato per i condomini. Per il Caf  delle Piccole e Medie Industrie la riduzione può essere legata al fatto che queste detrazioni sono ormai a regime e dopo i primi anni di forte interesse, l’agevolazione è ormai entrata a sistema.