18 dicembre 2018
Aggiornato 16:00

Manca poco al debutto della Sacile-Gemona: sta per partire il treno a vapore sulla Pedemontana del Friuli

Sarà una grande festa popolare Dopo una 'battaglia' durata quasi 6 anni, partita nel novembre 2012. il sogno del territorio è diventato realtà
Manca poco al debutto della Sacile-Gemona: sta per partire il treno a vapore sulla Pedemontana del Friuli
Manca poco al debutto della Sacile-Gemona: sta per partire il treno a vapore sulla Pedemontana del Friuli (Foto di Moreno Orlando)

PORDENONEDomenica 29 luglio la Pedemontana si vestirà a festa per festeggiare il treno a vapore che inaugurerà la ferrovia turistica Sacile-Gemona. Dopo una 'battaglia' durata quasi 6 anni, partita nel novembre 2012 con la 'Staffetta Treni-Taglia ridacci il nostro treno', il sogno del territorio è diventato realtà. Domenica alle 7.45 è previsto il taglio del nastro in stazione a Sacile mentre alle 8 la partenza della splendida vaporiera Gr 728.022 che trainerà stupende carrozze d’epoca e per l’occasione la carrozza presidenziale 'Grillo'. Sarà una grande festa popolare, visto che il treno farà sosta in quasi tutte le stazioni interessate dalla linea, dove le Amministrazioni Comunali e le Associazioni si stanno mobilitando ed organizzando il benvenuto. Tante saranno le Autorità che viaggeranno a bordo treno e porteranno il loro saluto, dal Presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, all’Assessore regionale alle infrastrutture, Graziano Pizzimenti, al Presidente della Fondazione FS, Mauro Moretti, al Direttore Generale, Luigi Cantamessa, oltre ai vertici del Gruppo FS e a tutti i Sindaci dei Comuni interessati.

IL PROGRAMMA DELL'INAUGURAZIONE - Il programma prevede l’arrivo del treno ad Aviano alle 8.26 e la ripartenza alle 8.31, Maniago 8.59/9.19, Fanna/Cavasso 9.29/9.44, Meduno 9.51/10.06, Travesio 10.18/10.33,  Pinzano 10.46/11.01, Forgaria B.A. 11.08/11.23, Majano-Rivoli d’Osoppo 11.44/11.59 e l’arrivo a Gemona alle 12.15. A Gemona è previsto il trasferimento con bus gratuiti in centro storico, dove dalla Loggia di Palazzo Boton alle 12.45 si terranno i discorsi ufficiali delle Autorità e l’inaugurazione ufficiale della ferrovia turistica.

UNA CONQUISTA DEL TERRITORIO - Esprimono grande soddisfazioni gli Amministratori del territorio «il ritorno del treno è un risultato storico per la Pedemontana che non riconquista solo un servizio pubblico, ma alla quale viene offerta una grande occasione di sviluppo economico dall’opportunità del treno turistico». L’avvio del servizio turistico lungo la Pedemontana chiude infatti un percorso che ha visto il territorio protagonista con una mobilitazione senza precedenti. Un grande risultato atteso che la Sacile-Gemona sarà la prima ferrovia d’Italia ad essere utilizzata sia per il trasporto passeggeri (per ora limitato alla tratta Sacile-Maniago) che per quello turistico di Fondazione FS che l’ha inserita nel progetto nazionale 'Binari senza tempo'. La linea è stata altresì inserita nell’elenco delle 18 ferrovie di interesse turistico dalla Legge n. 128/2017. Molto ricco è il calendario dei treni turistici 2018, che verrà presentato ufficialmente venerdì nel corso di una conferenza stampa dalla Regione e dalla Fondazione FS. Oltre al viaggio inaugurale del 29 luglio, ci saranno altri 12 treni storici che dal 5 agosto al 8 dicembre viaggeranno, promuovendo i grandi eventi e facendo scoprire le bellezze della pedemontana. La ferrovia turistica esprime senza dubbio un grande potenziale, come dimostrato dai recenti successi dei treni storici organizzati in occasione di Aria di Festa di San Daniele e Coltello in Festa di Maniago, che hanno fatto registrare non solo il tutto esaurito ma perfino un inaspettato overbooking.

LE TAPPE DELLA RIAPERTURA

  • 6 LUGLIO 2012 Una frana a Meduno provoca lo svio del treno R6046. L’incidente non registra nessun ferito. La circolazione fs viene sospesa
  • SETTEMBRE-OTTOBRE 2012 Approvazione dell’Ordine del Giorno da parte di tutti i Comuni con il quale si chiede la riattivazione della ferrovia
  • 4 NOVEMBRE-7 DICEMBRE 2012 Staffetta «Treni-Taglia ridacci il nostro treno», organizzata dal Comitato Pendolari Alto Friuli. Uno striscione viene esposto in ogni sede Municipale per sensibilizzare la riapertura della ferrovia. Si svolgono tre manifestazioni a Gemona (04.11.2012), Cavasso Nuovo (26.11.2012) e Sacile (07.12.2012)
  • GENNAIO 2013 Si ipotizza la regionalizzazione della ferrovia. La questione viene trattata in Commissione Paritetica Stato-Regioni
  • DICEMBRE 2014 La Regione affida a FUC la redazione di uno studio di fattibilità per la riattivazione del servizio passeggeri. Lo studio verrà presentato nel gennaio 2016
  • GIUGNO 2015 Due ragazzi di Roma (Claudio e Giuliano di Viaggi Lenti) percorrono a piedi in 5 giorni la ferrovia da Sacile a Gemona. La loro impresa sensibilizza l'opinione pubblica sull'importanza della ferrovia
  • FEBBRAIO 2016 Il Consigliere Comunale di Gemona, Andrea Palese, noto per essere anche il portavoce del Comitato Pendolari Alto Friuli, scrive una lettera alla Regione e ai Sindaci, ipotizzando un utilizzo turistico della ferrovia, sfruttando il progetto nazionale di Fondazione FS «Binari senza tempo»
  • 20 FEBBRAIO 2016 I Sindaci sottoscrivono il Protocollo di Pinzano con il quale chiedono alla Regione di sensibilizzare RFI affinchè provveda alla riattivare della ferrovia
  • 12 MARZO 2016 Il Consigliere Comunale di Gemona, Andrea Palese e la giornalista del Messaggero Veneto, Giulia Sacchi, incontrano ad Agrigento nel corso dell’inaugurazione della ferrovia Turistica della Valle dei Templi, il Direttore della Fondazione Fs, Luigi Cantamessa, il quale viene invitato in Friuli e sensibilizzato circa l’inserimento della Pedemontana nel progetto delle ferrovie turistiche «Binari senza tempo»
  • 9 OTTOBRE 2016 Nel corso dell’inaugurazione della Mostra fotografica di Gemona dedicata alla ferrovia, il Direttore della Fondazione Fs,  Luigi Cantamessa, ufficializza la riattivazione dei servizi commerciali sulla tratta Maniago-Sacile e l’avvio di un servizio turistico su tutta la linea a cura della Fondazione Fs entro il 2018. La ferrovia verrà inserita nel progetto nazionale "Binari senza Tempo" diventandone l'ottava linea
  • 22 NOVEMBRE 2016 Viene siglato a Roma il Protocollo d'Intesa tra RFI e la Regione FVG con il quale il Gruppo Fs si impegna al ripristino della linea con l’investimento di 17 milioni di € per l’adeguamento infrastrutturale della ferrovia
  • 31 MARZO-2 APRILE 2017 Si tiene la X° Giornata Nazionale delle ferrovie non dimenticate: tre giorni di eventi dedicati alla ferrovia Pedemontana. Ad Aviano gli studenti dell’Ipsia Della Valentina di Sacile e dell’Istituto Torricelli di Maniago collaudano due prototipi di ciclotreno realizzati per l’occasione. Sono i primi mezzi a viaggiare lungo i binari dopo la chiusura
  • 25 LUGLIO 2017 RFI, Fondazione FS e Regione FVG annunciano la riattivazione dei servizi commerciali sulla tratta Maniago-Sacile entro dicembre 2017 e l’avvio di un servizio turistico su tutta la linea entro la primavera 2018
  • AGOSTO 2017 RFI da avvio ai lavori per l’adeguamento infrastrutturale dell’armamento con la sostituzione di tratti di binario e la sostituzione dei passaggi a livello
  • 9 AGOSTO 2017 Il Parlamento approva la legge n. 128/2017 che istituisce le ferrovie turistiche. La Gemona-Sacile è inserita tra le 18 ferrovie turistiche di interesse nazionale
  • 11 DICEMBRE 2017 Alle ore 5.52 da Maniago riprende il servizio passeggeri lungo la linea Sacile-Maniago. Il primo treno a partire è il Minuetto 041, ovvero quello che sviò a Meduno il 6 luglio 2012.