Cnsas, due escursioniste soccorse sotto la Ferrata 'Senza Confini'

Si tratta di madre e figlia di nazionalitą slovena, bloccate dalla stanchezza all'uscita della ferrata Grassel
Cnsas, due escursioniste soccorse sotto la Ferrata 'Senza Confini'
Cnsas, due escursioniste soccorse sotto la Ferrata 'Senza Confini' (Cnsas)

FORNI AVOLTRI - Allertato dal centro di polizia di Thörl-Maglern, il Soccorso Alpino di Forni Avoltri è intervenuto intorno alle 13 assieme al soccorso della Guardia di Finanza di Tolmezzo per portare aiuto a due escursioniste di nazionalita slovena.

La richiesta proveniva dalla zona di confine di Passo Monte Croce Carnico, senza ulteriori indicazioni. Dopo un primo tentativo di individuazione della posizione tramite il servizio sms locator, tentativo non andato a buon fine a causa dell'assenza di copertura telefonica, è comunque partita prontamente una squadra di soccorritori in ricerca. I tecnici della stazione di Forni Avoltri si trovavano infatti già a Malga Pramosio per una esercitazione. Le due donne, madre e figlia, A.K. del 1952 e U. K. del 2003, entrambe di Skofja Loka, sono state individuate dai soccorritori all'uscita della ferrata Grassel, sotto la Ferrata Senza Confini, grazie alle indicazioni di altri escursionisti incontrati sul percorso, che hanno riferito ai tecnici di averle rifocillate e reidratate lungo la ferrata avendone riscontrato lo stato di spossatezza.

Raggiunte dai tecnici sono state scortate al Passo. Anche l'elicottero della Protezione Civile era stato attivato in un primo tempo per una perlustrazione dall'alto, poi annullata in seguito al ritrovamento.