15 dicembre 2018
Aggiornato 08:01

Pordenone: c'è carenza di medici di base

Conseguenze e disservizi ai molti cittadini rimasti privi del proprio dottore
Pordenone: c'è carenza di medici di base
Pordenone: c'è carenza di medici di base (Adobe Stock)

PORDENONE - Il consigliere regionale di FdI/An Alessandro Basso ha presentato all'Aula un ordine del giorno che cerca di sanare la situazione di carenza di medici di base che insiste sul Pordenonese. A seguito di numerose quiescenze - scrive Basso - e rilevato che l'attuale riforma sanitaria, per come è stata predisposta dalla passata amministrazione regionale, non permette la sostituzione veloce ed efficiente dei posti vacanti, la provincia di Pordenone si trova gravata da una mancanza di medici di base in grado di dare ascolto e servizio ai cittadini rimasti privi del proprio dottore.

Questo ha comportato tutta una serie di conseguenze e disservizi - prosegue l'esponente di centrodestra - che potevano essere evitati dalla precedente Giunta. Ciò in cui ci impegneremo è introdurre elementi di innovazione rispetto all'applicazione della riforma sanitaria, evitando i numerosi disagi alle famiglie provocati dalle dinamiche generate dalla stessa; monitorare e rendere più efficienti le modalità con cui sono predisposte le graduatorie per il servizio di assegnazione dei medici di medicina generale; rivedere le modalità di sostituzione dei medici di medicina generale che cessano l'attività per quiescenza in un'ottica di passaggio di consegne, in modo tale da rendere più efficiente e snella possibile la presa in carico del paziente da parte del nuovo medico.