15 giugno 2019
Aggiornato 23:00
Domenica 5 agosto

‘Fiesta Indifarent’: gastronomia carnica e bevande analcoliche

A Zovello di Ravascletto, si rinnova dal 1986 la festa senza alcool della Carnia
‘Fiesta Indifarent’: gastronomia carnica e bevande analcoliche
‘Fiesta Indifarent’: gastronomia carnica e bevande analcoliche Shutterstock

RAVASCLETTO - Cade domenica 5 agosto il tradizionale appuntamento con la festa senza alcool della Carnia. La ‘Fiesta indifarent’, diversa proprio perché attenta alla protezione e alla promozione della salute, è organizzata dalla Comunità di Zovello di Ravascletto dal 1986.

PROGRAMMA - Dopo la celebrazione della liturgia eucaristica delle 10.30, i chioschi con le più gustose specialità della gastronomia carnica (cjarsons, frico, mignestra di uardi, luiania e polenta, fritules e dolçs…) apriranno alle 11.30, nei cortili delle case più caratteristiche.
Il benvenuto a tutti gli ospiti sarà assicurato con un aperitivo analcolico, mentre i cibi potranno essere degustati con sciroppi e bevande naturali accuratamente selezionate ed abbinate dagli esperti di ‘Slow food’ Carnia e Tarvisiano, che collaborano all’organizzazione della ‘Fiesta indifarent’ insieme con il Comune di Ravascletto, la Parrocchia di Sant’Andrea di Zovello, l’Associazione dei Club degli alcolisti della Carnia, con il Club Alcolisti di Lauco, e la Latteria di Enemonzo, che proporrà i suoi gelati artigianali.
Alle 14.30 sarà proposto in piazza uno spettacolo teatrale con ‘Madame Clelia’ sulla libertà di non consumare bevande alcoliche.
La giornata proseguirà con intrattenimenti vari e naturalmente con buona musica popolare, negli angoli più caratteristici di Zovello. Il ricavato della giornata, coordinata da un gruppo di donne del paese, sarà offerto alla Chiesa di Sant’Andrea.