10 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

Carabiniere fuori servizio salva una donna nell'incendio di Lovaria

La signora minacciava di lanciarsi nel vuoto dal balcone in preda al panico. Il militare è rimasto intossicato
L'abitazione di Lovaria
L'abitazione di Lovaria (Diario)

PRADAMANO - Ha tentato una prima volta di salire per le scale fino al terzo piano, ma dopo pochi gradini ha dovuto desistere per il fumo e le fiamme, allora è ridisceso, si è completamente bagnato con una pompa e ha riprovato a raggiungere il terzo piano dove una donna minacciava di lanciarsi nel vuoto dal balcone in preda al panico. Protagonista della vicenda è un carabiniere fuori servizio che è riuscito infine a salire fino all'appartamento e a mettere in salvo la donna, accompagnandola fino all'esterno dello stabile. E' uno dei particolari emersi dopo l'incendio che venerdì pomeriggio ha interessato un condominio di Lovaria di Pradamano

Il militare, però, un appuntato scelto di 53 anni in servizio al Nucleo operativo radiomobile dei Carabinieri della Compagnia di Palmanova, nel salvataggio della donna è rimasto intossicato dal monossido ed è stato ricoverato in ospedale a Palmanova.
Per quanto riguarda le ragioni dell'incendio, secondo una prima ricostruzione fatta dai vigili del fuoco, che sono intervenuti sul posto con due squadre, le fiamme sarebbero scaturite probabilmente da uno Zampirone, la spirale accesa utilizzata per scacciare gli insetti, e si sarebbero propagate a materiale che si trovava in una cantina dove una persona stava eseguendo alcuni lavori domestici.