19 giugno 2021
Aggiornato 10:30
Sicurezza

Non potevano più mettere piede a Udine: arrestati due stranieri in Borgo Stazione

Un marocchino e un algerino. oltre a essere stati espulsi e allontanati dalla città, si erano resi protagonisti di una serie di furti

UDINE – Nell’ultimo periodo si erano resi protagonisti di svariati furti (o tentati furti), in città e nelle zone limitrofe, ai danni di cittadini ed esercizi pubblici. Nonostante tutte le denunce a loro carico e all’ordine di rintraccio per esecuzione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal Tribunale di Udine, i due passeggiavano tranquillamente per via Leopardi, a Udine. Il personale della Questura di Udine, che li teneva d’occhio da un po’, ha quindi deciso di intervenire, fermandoli per un controllo. Trovati sprovvisti di documenti, sono stati portati in Questura per accertamenti.

E’ così emerso che sul 32enne originario del Marocco e sul 26enne algerino pendevano una serie di provvedimenti emessi dalla Questura e dalla Prefettura, come un decreto di espulsione risalente al 2017 o un divieto di ritorno nel territorio di Udine per i prossimi 3 anni. Tutti provvedimenti disattesi. Per questo i due uomini sono stati portati nel carcere di via Spalato.