10 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

Dissonanze 4 prosegue con Generic Animal

Il 31 agosto, dalle 19, sul palco del Circolo Cas'Aupa saliranno i friulani The Mechanical Tales
Dissonanze 4 prosegue con Generic Animal
Dissonanze 4 prosegue con Generic Animal (Dissonanze)

UDINE – Proseguono anche negli ultimi giorni di agosto i concerti targati ‘Dissonanze 4’, la rassegna di musica sperimentale organizzata dal Circolo Cas’Aupa. Il 24 agosto sul palco del Circolo (in via Val D'Aupa 2, a Udine), dalle 19, salirà Generic Animal. Il 31 agosto, invece, stesso posto e stessa ora per il concerto dei friulani The Mechanical Tales. Come sempre gli eventi saranno a ingresso gratuito, per tutti, anche per coloro che non hanno la tessera Arci. La rassegna prosegue fino a settembre con i Belize (il 21, concerto che doveva tenersi il 27 luglio ma che, a causa di un problema di salute di uno dei componenti della band è stato spostato) e Winter (28 settembre). Al denso cartellone della rassegna si è aggiunta in questi giorni un’altra serata da non perdere, questa volta al Rock 60 con Johnny Osbourne live (per questo concerto i biglietti si possono già acquistare: www.mailticket.it).

IL 24 AGOSTO Luca Galizia, in arte Generic Animal, sarà ospite di ‘Dissonanze 4’ il 24 agosto, dalle 19. Generic Animal è anche il titolo del suo disco solista di debutto, pubblicato nel gennaio del 2018 da ‘La Tempesta Dischi’. Per la prima volta canta in italiano. Il suo è un pop senza ritornelli, un po’ soul, un po’ medievale, un po’ hip hop. I testi sono di Jacopo dei Fine Before You Came, e diverse sono le collaborazioni all’interno del disco, tra cui Any Other, Halfalib, Myss Keta, Birthh. Intenzionalmente pop, l’album si costruisce attorno al binomio chitarra acustica - voce, ma con rimandi emo, figure ritmiche hip-hop nelle batterie e nei loop, al confine tra elettronica e acoustic pop, il tutto immerso in tanta, tanta malinconia. È invece uscito da pochissimo l'album ‘Emoranger’, prodotto da Zollo, in cui Luca per la prima volta scrive i suoi testi in italiano, e musicalmente prende una direzione diversa, più trap, dimostrando grande poliedricità.

IL 31 AGOSTO The Mechanical Tales arrivano, il 31 agosto dalle 19, per la prima volta al Social Garden di Cas’Aupa (in via Val D'Aupa 2, a Udine)! Il trio friulano compone musica strumentale cinematica con vibrazioni post-atomiche, a cavallo tra post-rock, ambient e musica cosmica. Come la colonna sonora sulla pellicola cinematografica, lavorano a stretto contatto con il medium video, collaborando con diversi videoartisti e dando vita a performance a cavallo tra i media.

LA RASSEGNA - Dissonanze, formula molto apprezzata dal pubblico fin dalla sua prima edizione e che anche nella versione invernale (organizzata alla Fiera di Udine) ha fatto raggiungere il traguardo del ‘tutto esaurito’, «è un progetto di cui andiamo molto fieri – ha spiegato Valentina Lazzara, vicepresidente di Cas’Aupa – che ci permette di entrare in contatto con un’ampia fascia di pubblico e di indagare su filoni musicali sempre nuovi». Inoltre, ha concluso il presidente Francesco Nguyen, «diamo la possibilità a tutti di vedere artisti che altrimenti potrebbero ascoltare solo sul web».

L’ORGANIZZAZIONE - Il Circolo Cas’Aupa è una realtà attiva sulla scena culturale udinese ormai da 11 anni, (e quest’anno fra i vincitori del bando Funder35) composta da soli volontari (per la gran parte under 25), che è riuscita a far arrivare in città numerosissime prime regionali e in alcuni casi italiane (Ought, Iosonouncane, Xiu xiu, Stregoni) con un occhio di riguardo verso la scena indie. Merito del lavoro del presidente Francesco Nguyen, del direttore artistico Jacopo di Gaspero e dei gruppi di giovani volontari. ‘Dissonanze 4’ può contare sulla partnership di Pietrasonica, Blud e sul contributo di Regione Fvg, Fondazione Friuli. Non mancano, inoltre, le collaborazioni con altre realtà cittadine e non come vicino/lontano, Cooperativa PuntoZero, Spazioersetti, Circo all'incirca.

INFO - Per tutti gli approfondimenti del caso è possibile visitare il sito dissonanze.org, dare un’occhiata ai profili Facebook (dissonanze.udine o casaupa), Instagram (#dissonanze) o mandare un’e-mail all’indirizzo info@casaupa.org.