16 dicembre 2018
Aggiornato 00:30

L’Udinese regala 3 punti ai propri tifosi

Al Friuli, contro la Sampdoria,  finisce 1 a 0 grazie alla rete di De Paul nel primo tempo
L’Udinese regala 3 punti ai propri tifosi
L’Udinese regala 3 punti ai propri tifosi (ANSA)

UDINE – All’esordio casalingo l’Udinese regala 3 punti ai propri tifosi e un po’ di ottimismo a un ambiente che dopo il pessimo Campionato dell’anno scorso, ha una gran voglia di riscattarsi. Al Friuli, contro la Sampdoria,  finisce 1 a 0 grazie alla rete di De Paul nel primo tempo. Un match iniziato con la solidarietà dei tifosi friulani ai ‘colleghi’ di Genova, città duramente colpita dal crollo del ponte Morandi. Prima del fischio d’inizio due striscioni sono stati esposti sugli spalti: ‘Oltre i colori, uniti nel dolore’, recitava quello esposto dall'Auc, l'Associazione Udinese club nel settore dei Distinti; ‘Vicini alla città di Genova’, quello preparato dalla Curva Nord.

IL VANTAGGIO DOPO POCHI MINUTI - Pronti via e bianconeri già in vantaggio con de Paul al 9’. L’attaccante argentino si accentra in area e non trovando difensori a ostacolarlo fa partire un tiro che si infila a fil di palo. L’Udinese parte decisamente meglio rispetto agli avversari, e continua a premere, tanto che al 16’ va vicino al raddoppio con Lasagna lanciato a rete da Fofana. Al 26’ è Machis a chiamare in causa il portiere della Sampdoria, bravo a rifugiarsi in angolo. Tra il 33’ e il 40’ Fofana ci prova dal limite dell’area, ma in entrambe le occasioni la mira non è quella dei giorni migliori.

LA SOFFERENZA NEL FINALE - Nella ripresa la squadra di Velázquez non cala (come accaduto contro il Benevento in Coppa Italia) e continua a produrre gioco. Al 7’ si vede in avanti la Sampdoria con Defrell, ma il suo tiro vola alto. Girandola di cambi, con i bianconeri che mandano in campo Teodorczyk per Lasagna e D’Alessandro per Machis. La squadra ospite si getta in avanti alla ricerca del pareggio, rendendosi pericolosa con Kownacki e con Linetty. La squadra di Velázquez è alle corde, ma riesce a stringere i denti e a difendere il vantaggio. Al 40’ miracolo su Scuffet su conclusione di Linetty. L’Udinese riparte con Teodorczyk, che spreca da buona posizione, gettando la palla sull’esterno della rete. Dopo 4 minuti di recupero, la partita termina senza altre emozioni.