23 giugno 2021
Aggiornato 21:00
Domenica 2 settembre

Brassevonde: a Note in rifugio concerto di soli ottoni

L’evento è in programma domenica 2 settembre alle 15, Rifugio Tolazzi

FORNI AVOLTRI - L’ultimo appuntamento con la musica di Note in rifugio per il 2018 ha per protagonisti gli undici componenti della formazione musicale di ottoni denominata Brassevonde. Il ritrovo è ai piedi del Monte Coglians, al Rifugio Tolazzi, domenica 2 settembre alle 15. L’ensemble friulana nasce nel 2001 per gioco prendendo ispirazione dal noto gruppo inglese Philip Jones Brass nato negli anni Cinquanta. Dagli otto componenti iniziali negli anni si è passati agli undici di oggi, dove ha trovato spazio anche una donna, Alessandra Rodaro, che suono una dei due corni (un insolito raddoppiamento per questo strumento).

BRASSEVONDE - Lo stesso nome Brassevonde fa leva sul doppio significato sonoro di Brass (‘ottoni’ in inglese, ‘bravi’ in friulano) che legato al ‘vonde’ (‘basta’) si può tradurre in ‘ottoni e basta’ o ‘bravi e basta’ secondo un diffuso modo di dire in Friuli. Uno dei componenti storici del gruppo, Ottaviano Cristofoli, suona ora alla Japan Philarmonic Orchestra di Tokyo. I componenti della formazione sono Andrea Picogna, Enrico Tavano, Gianni Dordolo, Massimo Degano, tutti alle trombe; Alessandra Rodaro e Nicola Fattori al corno; Gianpietro Zanini, Marco Maiero, Federico Marazzi ai tromboni; Aldo Martinuzzi alla Tuba in fa; Massimo Tomadini alla tuba in do/sib. Attraverso un ampio repertorio di musiche espressamente adattate e che vanno dai brani classici a quelli jazz, passando anche per alcune canzoni di montagna l’ensemble avrà la capacità di evocare immagini trionfali ed eroiche ma anche sacre e meditative o misteriose e lugubri, che sono prerogativa di questo tipo di strumenti, soprattutto se suonati in gruppo. Al termine dell’incontro, come di consueto, verrà servito un assaggio gratuito di formaggi di malga a cura dell’Ersa Fvg.

Altre informazioni su www.assorifugi.it.