15 dicembre 2018
Aggiornato 22:30

A Sutrio per riscoprire la ‘Magia del legno’

I piatti tipici si potranno degustare nelle trattorie e negli stand allestiti negli angoli più caratteristici del paese
A Sutrio per riscoprire la ‘Magia del legno’
A Sutrio per riscoprire la ‘Magia del legno’ (‘Magia del legno’)

SUTRIO - Antiche e diversissime fra loro, e da zona in zona, sono le tecniche per lavorare il legno, e tale è l’abilità di chi le esegue con maestria che il confine tra arte e artigianato è a volte labile: lo si può constatare di persona il 2 settembre a Sutrio (il caratteristico paese della Carnia noto per i suoi artigiani del legno) in occasione di Magia del legno, tradizionale appuntamento di fine estate che affascina grandi e piccoli.

INTARSIO, SCULTURA, INCISIONE, PIROGRAFIA… in ogni cortile, sotto ogni antico porticato di Sutrio decine di falegnami e intagliatori lavorano davanti al pubblico, accompagnati dal suono della fisarmonica e di antichi strumenti tradizionali, e decine di scultori e artigiani provenienti dall’Italia e dall’estero realizzare le loro opere, alcune delle quali di dimensioni monumentali. Accanto agli artisti carnici e friulani, si possono vedere all’opera scultori del Trentino, dell’Austria, dalla Croazia e dalla Slovenia e allievi e docenti delle Scuole di Intaglio del Piemonte: sotto le loro abili mani si delineano via via forme e il legno grezzo prende anima.

PER CAPIRE come, a Sutrio, l’artigianato del legno sia storia antica e tradizione, è d’obbligo una visita al Presepio di Teno, realizzato nel corso di 30 anni di lavoro da Gaudenzio Straulino (1905-1988), maestro artigiano, che vi ha riprodotto in miniatura architettura e attività della Sutrio di un tempo, con le case, la chiesa, le botteghe, i mulini, le segherie, le malghe. Al legno è anche dedicato un caratteristico Mercatino, dove si trovano piccole sculture artistiche e oggetti d’uso quotidiano, mobili tipici e giocattoli, incisioni decorative e complementi d’arredo. In programma attività per i bambini.

PIATTI TRADIZIONALI si degustano nelle trattorie e negli stand allestiti negli angoli più caratteristici del paese: simbolo della festa sono i cjarsòns, sorta di agnolotti con ripieno a base di ricotta e di una ricchissima varietà di ingredienti (spezie, frutta secca, uva sultanina, erbe aromatiche, aromi orientali…) di cui si possono gustare molteplici varianti.

INFO:  Albergo Diffuso Borgo Soandri  | 0433778921 | www.albergodiffuso.org | Pro Loco Sutrio | 0433778921 | www.prolocosutrio.com | prolocosutrio@libero.it |