21 settembre 2018
Aggiornato 22:30

Riel Srl assorbe la maggioranza di Helica

La società con sede a Tavagnacco subito al lavoro con lavori di stesa di nuovi cavi energia elettrica a Moggio
Riel Srl assorbe la maggioranza di Helica
Riel Srl assorbe la maggioranza di Helica (Helica)

TAVAGNACCO – Riel Srl, società con sede a Tavagnacco, specializzata nel settore di infrastrutture di telecomunicazione media e alta tensione, ha di recente assorbito la maggioranza di Helica, azienda con sede ad Amaro e core business nel telerilevamento aereo. Proprio con l’elicottero della flotta di Helica, sono stati eseguiti dei lavori sulla linea elettrica che dà energia alle frazioni di Stavoli e Moggessa, in Comune di Moggio Udinese. 

I tecnici della Riel, estremamente specializzati nell’esecuzione di posa di cavi (di media ed alta tensione) in altezza, hanno lavorato sui tralicci, nelle valli che ospitano i piccoli abitati di Moggio. Coaudiuvati dalla precisione del pilota dell’elicottero, sempre in forza a Riel-Helica, attraverso le cui manovre si è resa possibile la posa dei nuovi cavi. Un lavoro altamente professionale che ha scongiurato per queste frazioni il possibile black out. Infatti, si è provveduto alla posa di cavi completamente nuovi partendo dalla frazione di Campiolo. Durante tutta la durata dei lavori è stata garantita l’alimentazione elettrica grazie a dei gruppi elettrogeni, di adeguate portate, elitrasportati nelle due frazioni. Sono rimasti impegnati una ventina di tecnici per le operazioni: l’elicottero di Helica, scendeva e atterrava in un luogo deputato allo scopo, caricando materiali e personale tecnico. Per poi sorvolare l’area e giungere in volo, sui tralicci, e con un verricello, stendere i cavi.

Grande soddisfazione per tutto lo staff della Riel per un lavoro eseguito in tempi brevi, in totale sicurezza, portando un know how che deriva anche dall’esperienza profusa da alcuni componenti di Riel negli Stati Uniti, dove il lavoro sui tralicci è considerato un vero e proprio vanto per chi è in grado di farlo. «Abbiamo dovuto utilizzare grande meticolosità e precauzione anche e soprattutto per la possibilità che si abbattessero sulla zona dei temporali; i lavori si sono poi conclusi nei modi e tempi migliori», ha affermato Marco Neopensi, amministratore delegato della Riel.