22 settembre 2018
Aggiornato 19:30

A4, Fedriga vuole anticipare i tempi tempi di chiusura del cantiere

Il governatore lo ha detto a margine del varo del nuovo ponte sul nodo autostradale di Palmanova, nell'ambito dei lavori per la terza corsia
A4, Fedriga vuole anticipare i tempi tempi di chiusura del cantiere
A4, Fedriga vuole anticipare i tempi tempi di chiusura del cantiere (RFvg)

PALMANOVA - «Con il varo del ponte autostradale di Palmanova si compie un ulteriore passo avanti nella realizzazione della terza corsia sulla A4 in Friuli Venezia Giulia, un'opera che garantirà maggiore sicurezza e renderà la circolazione più agevole. Oggi il nostro obiettivo è anticipare i tempi di consegna di quella che sicuramente è una delle più grandi opere in corso di realizzazione in Italia, al fine di ridurre al massimo i disagi per i cittadini». Questo il commento del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, a margine del varo del nuovo ponte sul nodo autostradale di Palmanova, lungo la direttrice Trieste-Venezia della A4, al quale hanno partecipato, tra gli altri, l'assessore regionale alle Infrastrutture e trasporti, Graziano Pizzimenti, e il presidente di Autovie Venete, Maurizio Castagna.

VELOCIZZARE I TEMPI - Fedriga ha spiegato che «un'autostrada vetusta a due corsie non avrebbe sopportato l'aumento del volume di traffico che si è verificato sulle nostre strade. Solo negli ultimi due anni è stato registrato un aumento di quasi tre milioni di veicoli, la metà dei quali sono mezzi pesanti, quindi senza la terza corsia i disagi sarebbero enormi». Il governatore ha quindi auspicato di «poter presto annunciare un'anticipazione della conclusione dell'opera, di modo che i cittadini possano presto viaggiare lungo un'autostrada a tre corsie». Il ponte, che fa parte dei lavori per la realizzazione della terza corsia e rientra nel primo sub lotto (Gonars-Palmanova) del quarto lotto (Gonars-Villesse), ha una lunghezza di 120 metri (con due campate da 60 metri) e un peso di 530 tonnellate. La posta della struttura, realizzata in acciaio e calcestruzzo, verrà ultimata nella giornata di domani ed è in corso di svolgimento ad autostrada aperta per ridurre al minimo i disagi al traffico. Grazie a tecnologie innovative, che garantiscono la massima sicurezza sia per il personale di cantiere sia per l'utenza, l'autostrada viene infatti scavalcata dal ponte senza bisogno di interrompere la circolazione veicolare.

SI RISOLVERANNO LE CRITICITA' SUL NODO DI PALMANOVA - L'assessore Pizzimenti ha confermato l'importanza dell'opera e spiegato che «rappresenta uno dei nodi più importanti della viabilità regionale. I lavori in corso di realizzazione assicureranno, oltre a una maggiore fluidità del traffico, un significativo incremento dei livelli di sicurezza sia nel trasporto delle persone sia in quello delle merci». Concorde il presidente Castagna, il quale ha rimarcato che «il varo di questo ponte è un passaggio fondamentale per la risoluzione delle criticità del nodo di Palmanova che sono all'origine delle grandi problematiche rilevate lungo questa tratta. Per quanto riguarda il terzo lotto dell'opera, il prossimo passo sarà il completamento della prima campata del ponte sul Tagliamento. Entro il prossimo Natale - ha detto - ci sarà la deviazione del traffico dal vecchio al nuovo ponte, che segnerà un altro passaggio cruciale per la conclusione della terza corsia da Alvisopoli a Palmanova».