20 novembre 2018
Aggiornato 18:00

Virus del Nilo: si procede alla disinfestazione a Sesto al Reghena

Dal primo pomeriggio in poi si effettueranno i trattamenti larvicidi e all’imbrunire seguiranno gli interventi con i prodotti adulticidi
Virus del Nilo: si procede alla disinfestazione a Sesto al Reghena
Virus del Nilo: si procede alla disinfestazione a Sesto al Reghena (Shutterstock.com)

SESTO AL REGHENA - Il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria 5 d’intesa con il Comune di Sesto al Reghena, che con apposita ordinanza ha già provveduto ad informare i residenti delle zone interessate, informa che mercoledì 12 settembre, nella frazione di Bagnarola, si svolgeranno le operazioni di disinfestazione dalla zanzara culex, dopo alcuni casi di contagio da West Nile Virus per i quali non c’è stato alcun ricovero. Dalle 15 in poi si effettueranno i trattamenti larvicidi e all’imbrunire seguiranno gli interventi con i prodotti adulticidi. Due sono le aree interessate: la prima si trova al centro di Versiola, e coinvolge alcune abitazioni di via Versiola, via Montegrappa e via Piave; la seconda a Vissignano, e comprende abitazioni che si affacciano sia sulla provinciale che in via Gleris. A questo proposito, il Sindaco Del Zotto invita le famiglie e le attività interessate ad attenersi scrupolosamente ma anche serenamente al contenuto dell'ordinanza emessa: «voglio precisare che la situazione è sotto controllo e quanto facciamo risponde a protocolli di prevenzione che tutelano la salute pubblica e soprattutto quella delle persone più a rischio».

In particolare, tutti i residenti, amministratori condominiali, operatori commerciali, gestori di attivit​​​​​​à produttive, ricreative, sportive e in generale a tutti coloro che abbiano l'effettiva disponibilità di spazi all'aperto entro le aree ricordate sono anzitutto tenuti a permettere l'accesso al personale dell'Azienda Sanitaria per l'ispezione del sito e la rimozione dei focolai larvali presenti in area privata, consentendo l'accesso anche alla ditta specializzata incaricata dell'effettuazione dei trattamenti nei focolai. Per poter effettuare la disinfestazione, è istituito il divieto di transito a tutti i veicoli, ciclisti, pedoni e animali entro le aree interessate: naturalmente la polizia locale e il personale tecnico delimiterà con apposite transenne gli ambiti, in modo da evitare sconfinamenti anche accidentali.

PRECAUZIONI - Vanno osservate altre importanti precauzioni: in particolare, vanno chiuse le finestre durante le ore di esecuzione del trattamento di disinfestazione, a partire dalle 17.30 e fino al termine delle operazioni presunto per le 20.30, salvo diverse disposizioni impartite dal personale dell'Azienda Sanitaria e dalla Polizia Locale. Durante il trattamento si deve restare al chiuso con finestre e porte ben chiuse e va sospeso il funzionamento di impianti di ricambio d'aria; vanno tenuti al chiuso gli animali domestici e protetti e i loro ricoveri con teli di plastica.
È molto importante anche, prima del trattamento, raccogliere la verdura e la frutta degli orti o proteggere le piante con teli di plastica in modo ermetico; dopo il trattamento poi, va evitato il consumo di frutta e verdura degli orti non protetta per almeno 48 ore e bisogna in ogni caso provvedere a un accurato lavaggio e pulizia delle stesse prima del consumo.
In seguito al trattamento, infine, si raccomanda di: procedere, con uso di guanti lavabili o a perdere, alla pulizia di mobili, suppellettili e giochi dei bambini lasciati all'esterno che siano stati esposti al trattamento; in caso di contatto accidentale con il prodotto insetticida, lavare abbondantemente la parte interessata con acqua e sapone.