19 novembre 2018
Aggiornato 06:00

Pordenone, il Direttore della Nefrologia e dialisi Giacomo Panarello va in pensione

Una festa di saluto dopo quasi 41 anni di attività professionale svolta con grande impegno e dedizione
Pordenone, il Direttore della Nefrologia e dialisi Giacomo Panarello va in pensione
Pordenone, il Direttore della Nefrologia e dialisi Giacomo Panarello va in pensione (Diario di Pordenone)

PORDENONE - Dopo quasi 41 anni di attività professionale svolta con grande impegno e dedizione nell’Ospedale di Pordenone, il Dott. Giacomo Panarello, Direttore della S.C. Nefrologia e dialisi, dal 2 settembre scorso è in pensione.

LA FESTA DI 'ADDIO' - Tanta emozione per la festa di saluto? «Certo, ha risposto, Panarello, perché rivedere tante persone con le quali si sono condivisi momenti importanti, è davvero molto emozionante. Tutti questi anni di professione, svolti in ospedale a Pordenone, hanno avuto per me un grande valore, ha commentato, sia dal punto di vista professionale che umano». «Hanno significato la realizzazione di tante aspettative e di tanti progetti, in campo clinico, in campo scientifico e anche soprattutto una crescita dal punto di vista umano. Perché, ha proseguito, i rapporti con le persone sono quelli che danno un enorme soddisfazione». La struttura di Nefrologia e dialisi è cresciuta, in questi lunghi anni, grazie a tutto il gruppo. Il merito è di tutti, e non di uno solo, ha evidenziato visibilmente emozionato Panarello, perché abbiamo lavorato tutti insieme in armonia. Si è riusciti a fare tante cose che si pensava non si sarebbe riusciti a fare».
Ha poi proseguito: «il consiglio che posso dare a chi subentrerà nel mio incarico è di fare sempre l’interesse del malato. È quello che gratifica e ripaga di più». «Sfide per il reparto ce ne sono tante, come in tutti i campi», ha detto Panarello. «In primo luogo, quello di rendere sempre meno impattante sul malato, la dialisi e, possibilmente, allargare a molti più soggetti il trapianto. Il paziente deve sempre rimanere in primo piano. Certamente è questa, la nostra missione principale. Perché solo dal paziente si impara tutta una serie di cose che nessuna scuola può insegnare».

IL SALUTO DEI COLLEGHI - A portare il saluto del Collegio dei Primari dell’Ospedale di Pordenone, Roberto Spaziante: «Panarello ha dedicato tutta la sua vita professionale impegnandosi con entusiasmo e dedizione. Un pezzo di storia dell’ospedale di Pordenone che va via», ha detto Spaziante, ringraziandolo calorosamente. «La nefrologia è il dott. Panarello», ha detto il Direttore Generale Giorgio Simon. «È una di quelle 'figure' professionali che fanno un ospedale! Una persona, ha sottolineato Simon,  distinta per la sua moderazione, l’attenzione, l’eleganza, anche formale». Non posso che ringraziarlo a nome dell’intera Azienda Sanitaria 5, per tutta la storia che lascia in questo territorio, ha concluso il Direttore Generale, Simon, seguito da un emozionante applauso del personale medico e infermieristico, intervenuto per salutare il dott. Giacomo Panarello.