14 novembre 2018
Aggiornato 21:30

'Caso Oxa', il Comune smentisce polemiche o diktat da parte della cantante

L'assessore Franz ribadisce la soddisfazione per aver portato in città l'artista, che chiuderà l'edizione 2018 di Friuli Doc
'Caso Oxa', il Comune smentisce polemiche o diktat da parte della cantante
'Caso Oxa', il Comune smentisce polemiche o diktat da parte della cantante (Comune Udine)

UDINE - «L'amministrazione comunale di Udine smentisce qualunque polemica o minaccia ricevuta da Anna Oxa o dalla società Oxarte Sagl di Milly Milano. La signora Anna Oxa non ha mai minacciato di non partecipare a Friuli Doc e non ha mai disposto condizioni in merito alla sua esibizione artistica». A precisarlo è il Comune di Udine attraverso una nota firmata dall'assessore Maurizio Franz.

«Il contratto è stato stipulato fra l'Ufficio Turismo e Marketing di Udine e la società Dimensione Eventi srl di Roberto Indiano - prosegue la nota -. La stessa Oxarte fa sapere di non essere neppure al corrente dell'importo stipulato fra Comune di Udine e Dimensione Eventi avendo un rapporto terzo direttamente con Dimensione Eventi (dal 5 Febbraio 2018), pertanto le condizioni sono generiche e sono state utilizzate per il tour 'Voce Sorgente' che ha toccato varie tappe: Verona, Monopoli, Corato… mai è stato contestato il rapporto tra gli enti locali e Dimensione Eventi con questa violenza, da parte di alcune redazioni di giornali. Anzi, l’Artista attraverso un video nella pagina di Oxarte , specifica, che non ha problemi a venire ad Udine per esibirsi, allo stesso modo, come quando va in zone di mare dove si esercita la pesca».

«Nel rider tecnico - conclude la nota diffusa dal Comune - è specificato l’ausilio delle forze dell’ordine per il servizio di ordine pubblico, cosa del tutto normale quando si fanno manifestazioni di ogni genere. L'amministrazione comunale ribadisce la propria soddisfazione per il gran finale di Friuli Doc con il concerto di Anna Oxa 'Voce Sorgente'.