22 agosto 2019
Aggiornato 08:00
Udine

Difficoltà per il Comune di Lestizza, l'Uti colpisce ancora

Le criticità legate al personale e all'erogazione dei servizi ai cittadini sono stati i temi dell'incontro tra il Sindaco di Lestizza e l'assessore Roberti: " l'Uti ha acuito le criticità legate alla mancanza di personale invece che risolverle"
Incontro tra l'assessore agli Enti locali Pierpaolo Roberti e il sindaco di Lestizza Geremia Gomboso
Incontro tra l'assessore agli Enti locali Pierpaolo Roberti e il sindaco di Lestizza Geremia Gomboso Regione Friuli Venezia Giulia

UDINE - Le criticità legate al personale e all'erogazione dei servizi ai cittadini sono stati i temi cardine dell'incontro tra l'assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, e il sindaco di Lestizza, Geremia Gomboso, affiancato da alcuni componenti della Giunta e del Consiglio comunale.

VICINI AGLI ENTI LOCALI - Rispondendo alle richieste del primo cittadino, Roberti ha assicurato «che la Regione è al fianco delle amministrazioni locali per individuare soluzioni concrete e dare risposte immediate alle problematiche esistenti. Parallelamente continua la definizione della nuova riforma degli enti locali che, attraverso interventi di sistema, permetterà ai Comuni di erogare i servizi ai cittadini e programmare le proprie attività future».

ASSISTENZA AI COMUNI - Nel corso della riunione, avvenuta nel Municipio di Lestizza, l'assessore ha ricordato che «in assestamento di bilancio la Giunta ha ampliato il campo d'azione del Centro di competenza per la pubblica amministrazione (Compa), offrendo assistenza ai Comuni non solo nel campo della ragioneria ma anche nell'ambito dei servizi tecnici. Avvierò quindi in tempi rapidi un'interlocuzione con l'Anci affinché il Comune di Lestizza venga inserito nell'elenco delle azioni prioritarie, così da individuare una soluzione alle attuali carenze organiche».

UTI E MANCANZA DI PERSONALE - Roberti ha precisato che «la situazione di estrema difficoltà in cui versa il Comune di Lestizza è la dimostrazione di come le Unioni territoriali intercomunali abbiano acuite le criticità legate alla mancanza di personale invece di risolverle. Nonostante il suo ingresso all'interno dell'Uti Medio Friuli, avvenuta a gennaio 2018, l'Amministrazione cittadina con i pochi funzionari in servizio non riesce infatti a fornire i servizi necessari».

RIPARTIZIONE DELLE SPESE - Dialogando con il sindaco in merito alle risorse e ai finanziamenti agli enti locali, l'assessore ha quindi confermato la volontà della Regione di rivedere i criteri per la ripartizione delle spese correnti della legge regionale 18/2015, al fine di garantire l'operatività dei Comuni.