13 dicembre 2018
Aggiornato 01:00

Sanità: in pochi mesi 1.000 nuovi infermieri in Fvg

Nell'immediato le assunzioni saranno 466, poi ci sarà un altro concorso nel 2019
Sanità: in pochi mesi 1.000 nuovi infermieri in Fvg
Sanità: in pochi mesi 1.000 nuovi infermieri in Fvg (Adobe)

UDINE - «Entro pochi giorni si chiuderanno le fasi di esame del concorso regionale per infermieri professionali. Entro la fine di settembre - afferma il vicegovernatore del Friuli Venezia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi - saranno finalizzate 466 nuove assunzioni nella sanità pubblica regionale che andranno a rispondere al fabbisogno dichiarato dalle Aziende Sanitarie». «Abbiamo già avviato le procedure - annuncia inoltre il vicegovernatore - per bandire un nuovo concorso per l'assunzione di infermieri professionali. Dal punto di vista operativo il suo espletamento dovrebbe partire dai primi mesi del 2019». "In questo momento - evidenzia Riccardi - stiamo valutando il fabbisogno delle Aziende Sanitarie e, dai primi dati emersi, il numero dei posti che saranno messi a bando non dovrebbe discostarsi da quello che si sta chiudendo. Significa che in pochi mesi il Sistema sanitario Fvg potrà avvalersi di oltre 1.000 nuovi infermieri professionali».

Per il vicegovernatore, infatti, l'efficienza e la qualità dell'offerta della sanità regionale è una priorità alla quale occorre dare risposta immediata per restituire alla regione quegli standard qualitativi già sperimentati e consolidati in passato. «Abbiamo la necessità - aggiunge Riccardi - di visioni di lunga durata e inserite in ragionamenti di sistema. Per dare concretezza a questi progetti dobbiamo puntare a valorizzare il nostro più importante patrimonio, il capitale umano, ovvero coloro i quali danno vita alla sanità tutti i giorni con la propria professionalità e il proprio lavoro». "Stiamo individuando - conclude il vicegovernatore con delega alla Salute - le migliori soluzioni per dare a tutti i cittadini del Friuli Venezia Giulia un'assistenza sanitaria di eccellenza. L'adeguata consistenza delle risorse umane è uno dei presupposti per far funzionare al meglio la complessa e articolata macchina del Servizio sanitario regionale».