10 dicembre 2018
Aggiornato 21:30

Esplosione vicino alla stazione di Belluno: feriti due friulani

Si tratta di due operai residenti nel Tarvisiano e nel Pordenonese. Sono stati investiti dalla fiammata
Esplosione vicino alla stazione di Belluno: feriti due friulani
Esplosione vicino alla stazione di Belluno: feriti due friulani (ANSA)

BELLUNO – Una tremenda esplosione ha letteralmente fatto tremare la città di Belluno. E’ successo poco dopo le 16 di lunedì 24 settembre nelle pertinenze della stazione ferroviaria. Tre operai (due dei quali sono friulani, uno residente nel Tarvisiano, l’altro nel Pordenonese) sono stati investiti dalla fiammata e sarebbero in gravi condizioni a causa delle ustioni riportate sul corpo. Stavano lavorando sul motore di una macchina operatrice speciale. Sono stati trasportati con l'elicottero al centro grandi ustionati dell'ospedale di Padova. Sul posto più ambulanze, vigili del fuoco e carabinieri.

L’area dov’è avvenuta la deflagrazione è distante dalla zona passeggeri della stazione, quindi non ci sono stati altri feriti. L’esplosione, però, è stata avvertita in modo chiaro, creando paura e apprensione in città. La circolazione dei treni è stata fermata per più di un'ora per consentire i soccorsi e gli accertamenti del caso. Ancora da chiarire le cause dello scoppio.