23 maggio 2019
Aggiornato 07:30
Serie A

L’Udinese si sveglia tardi: al Friuli passa la Lazio

Succede tutto nella ripresa: biancocelesti avanti con Acerbi e Correa, risponde Nuytinck di rovesciata
L’Udinese si sveglia tardi: al Friuli passa la Lazio
L’Udinese si sveglia tardi: al Friuli passa la Lazio ANSA

UDINE – Il ‘tabù Lazio’ continua. L’Udinese non riesce a battere i biancocelesti al Friuli dall’aprile 2013 e anche mercoledì sera, nel turno infrasettimanale di Campionato, hanno dovuto arrendersi agli uomini di Inzaghi, incassando le reti di Acerbi e Correa. Al termine di un primo tempo privo di emozioni, l’Udinese si è vista in campo solo dopo aver subito il doppio svantaggio, con un gran gol di Nuytinck in rovesciata che ha accorciato le distanze. Peccato, perché se ci avesse creduto di più, la partita avrebbe potuto finire diversamente.

NEL PRIMO TEMPO NON ACCADE NULLA - Primi otto minuti di gioco senza nulla da segnalare, con ritmi blandi in campo. Al 9’ fiammata di Fofana, ma la difesa biancoceleste chiude in angolo. La Lazio prova ad avvicinarsi alla porta difesa da Scuffet, ma Ekong fa buona guardia. Al 20’ punizione da ottima posizione per l’Udinese per atterramento di Wallace a pochi metri dall’area: De Paul calcia bene ma la palla viene deviata da Strakosha e finisce di un soffio sopra la traversa.  Un primo tempo che regala poche emozioni. Al 28’ brivido per la difesa bianconera, con un colpo di testa di Luis Alberto che termina a lato. Al 31’ ancora Lazio in avanti, con Parolo che prova la zuccata vincente da distanza ravvicinata, ma senza riuscirci. Al 35’ si rivede in avanti l’Udinese con una conclusione dalla distanza di Fofana che termina alta. La prima frazione di gioco si chiude senza altre emozioni.

3 RETI NELLA RIPRESA - La ripresa si apre con una grande occasione per l’Udinese: è Fofana a impegnare Strakosha con un destro a colpo sicuro, ma l’estremo difensore biancoceleste si salva in angolo con un colpo di reni. La risposta della Lazio arriva da Patric, con il suo tiro che viene murato da Samir. Inzaghi prova la carta Immobile per sbloccare il risultato. Al 13’, però, a provarci dalla distanza, è Luis Alberto, ma senza fortuna. Al 16’ biancocelesti in vantaggio. E’ Acerbi a mettere la firma sulla partita, bravo ad avventarsi su una respinta corta di Scuffet insaccando al volo. La reazione dell’Udinese è affidata a Fofana, che dai 20 metri impegna Strakosha. Il raddoppio della Lazio arriva al 21’ con Correa, abile a superare Larsen e a battere Scuffet con un diagonale. Al 29’ ancora Fofana prova a scuotere i suoi con un tiro ravvicinato che impegna Strakosha. Al 35’ gran gol di Nuytinck, che di rovesciata, su assist di De Paul, supera Strakosha. L’atmosfera si scalda e i tifosi bianconeri cercano di spingere la squadra verso il pareggio. Al 38’ Teodorczyk si divora il gol in scivolata a due passi dalla linea di porta. L’Udinese preme e la gara si innervosisce, con l’arbitro che è costretto a estrarre diversi cartellini gialli (Badelj, Pussetto, Bastos, Durmisi, Ekong). Dopo un'altra occasione fallita da Fofafa, la partita termina dopo 6 minuti di recupero.