18 luglio 2019
Aggiornato 11:30
Serie A

L'Udinese spreca e il Bologna vince la partita

Dopo essere passati in vantaggio con Pussetto, Santander e Orsolini ribaltano la gara
ANSA

BOLOGNA - L’Udinese non chiude la partita nel primo tempo, dopo essere passata in vantaggio con Pussetto, e viene punita dal Bologna. Al Dall’Ara finisce 2 a 1 per gli uomini di Pippo Inzaghi. I bianconeri, come accaduto contro la Lazio, portano a casa meno di quanto meritato sul campo. E sabato, al Friuli, c’è la Juventus di CR7.

Primo tempo di marca bianconera, con l’Udinese che si fa vedere in avanti già al 7’ con De Paul. All’11’ è Fofana a rendersi pericoloso, ma la retroguardia felsinea è attenta. Dopo un rigore dubbio non assegnato ai padroni di casa (grazie alla Var), è ancora l’argentino a rendersi pericoloso in contropiede, al 17’, ma la mira non è quella dei giorni migliori. Al 21’ si vede in avanti il Bologna con Santander, che tira alto. Al 29’ felsinei vicini al vantaggio ancora con Santander, ma Stryger gli nega la gioia del gol respingendo sulla linea. Al 32’ l’Udinese passa: De Paul serve Pussetto che si libera in area di rigore e batte Skorupski. Gli ospiti premono e si fanno vedere anche al 36’ con De Paul, ma a segnare è il Bologna, al 42’, con Santander bravo a superare Scuffet.

Se nella prima frazione di gioco l’Udinese si è fatta preferire, l’inizio della ripresa è tutto di marca felsinea. Prima Dzemaili, poi Svanberg mettono i brividi alla retroguardia bianconera. La squadra di Pippo Inzaghi continua ad attaccare, mettendo alle corde gli avversari. Dopo il valzer delle sostituzioni, i padroni di casa sembrano averne di più per chiudere la partita e portare a casa i 3 punti. Per l’Udinese ci provano De Paul e Mandragora, ma senza fortuna. All’82’ a trovare la via del gol è il Bologna con Orsolini, che di sinistra supera Scuffet. L’Udinese tenta una reazione, ma chi va vicino alla rete è Santander. Nulla da fare per i bianconeri, che escono sconfitti dopo 3 minuti di recupero.