19 ottobre 2018
Aggiornato 20:30

Spitaleri (Pd): «Torniamo più forti per opporci a Fedriga»

Delegazione friulana in piazza del Popolo, a Roma, per manifestare contro le politiche del governo nazionale
Spitaleri (Pd): «Torniamo più forti per opporci a Fedriga»
Spitaleri (Pd): «Torniamo più forti per opporci a Fedriga» (Zanolla)

ROMA - «Da Roma torniamo più forti per fare opposizione a Fedriga e ai poteri che hanno occupato la Regione». Lo ha affermato il segretario regionale del Pd del Friuli Venezia Giulia, che domenica ha guidato a Roma una folta delegazione di democratici che hanno partecipato alla manifestazione nazionale del partito a piazza del Popolo.

OPPOSIZIONE SENZA TREGUA - «In regione abbiamo come presidente il fiduciario di Salvini - ha indicato Spitaleri - cioè il simbolo politico di questo Governo dello sfascio, e quindi siamo ancora più motivati a fare un'opposizione su tutti i fronti, senza tregua. Non saremo mai come loro, sprezzanti e sarcastici, ma il segretario nazionale ci ha dato una linea che abbiamo molto chiara: il Partito democratico non farà sconti su nulla».
Per Spitaleri «non c'è da fare distinzioni fra M5S e Lega nemmeno in Friuli Venezia Giulia perché chi è alleato a Roma qui può solo fingere di essere diverso. E infatti, salvo qualche isolata posizione personale, i grillini sono scomparsi dai temi regionali, ammutoliti persino sui costi della politica».

IL PD NON MOLLA - «Anche noi abbiamo capito la lezione del voto ma - ha continuato Spitaleri - questo non significa che dobbiamo continuare per sempre a stare in un angolo a leccarci le ferite. C'è un popolo che ci chiede di stare in campo, in strada, e a questo popolo deluso ma non rassegnato diciamo che il Pd non molla»«Dalla piazza di Roma alle piazze del Friuli Venezia Giulia è cominciato a tirare un vento nuovo. È solo l'inizio, difficile e faticoso, ma - ha concluso - da qui si riparte».