18 ottobre 2018
Aggiornato 05:30

‘Torneo di Ginnastica Ritmica’ dell'Asu: al Carnera, special guests gli idoli dei giovanissimi

La giornata conclusiva dell'evento vedrà esibirsi il cantante rapper Mose, fra i protagonisti di Amici di Maria De Filippi e la ballerina, youtuber, e stella di Musical.ly, Ambra Cotti
‘Torneo di Ginnastica Ritmica’ dell'Asu: al Carnera, special guests gli idoli dei giovanissimi
‘Torneo di Ginnastica Ritmica’ dell'Asu: al Carnera, special guests gli idoli dei giovanissimi (Asu)

UDINE – Nuova edizione per il ‘Torneo internazionale per Clubs di Ginnastica Ritmica’ dell’Associazione sportiva udinese (a Udine dal 5 al 7 ottobre 2018). Un appuntamento ormai tradizionale per l’Asu che quest’anno esaudisce un sogno: la giornata conclusiva si terrà al PalaSport Carnera. «Siamo a dir poco felici – ha spiegato il vice presidente di Asu, Umberto Meroni - di questa incredibile occasione che il Comune di Udine ci ha dato, consentendoci di utilizzare la struttura nella giornata di domenica, che si chiuderà con due ospiti speciali: il cantante rapper Mose, fra i protagonisti di Amici di Maria De Filippi e la ballerina, youtuber, e stella di Musical.ly, Ambra Cotti». In occasione della presentazione ufficiale dell’evento, che si è svolta nella mattinata del 3 ottobre, assieme a Meroni e alla tecnica Spela Dragas, era presente anche l’assessore allo Sport del Comune di Udine, Paolo Pizzocaro, che ha ricordato come: «Quello con il Torneo internazionale di ginnastica ritmica, organizzato dall’Associazione Sportiva Udinese, è diventato a pieno titolo, negli anni, uno degli appuntamenti più importanti per il nostro sport e un’occasione di visibilità per tutta la città. Per questo l’amministrazione è orgogliosa di poter dare il patrocinio all’evento. Un ringraziamento va rivolto ovviamente al vice presidente di Asu, Umberto Meroni e a tutta la società. Ma il grazie più grande va alle nostre meravigliose ragazze per l’impegno, la forza e la determinazione con cui portano in alto i colori di Udine».

GINNASTE IN ARRIVO DA TUTTO IL MONDO - Come di consueto saranno molti i nomi internazionali che calcheranno la pedana dell’Asu - che ricordiamo è centro tecnico nazionale per la ginnastica ritmica - per i workshop in programma (il 5 e 6 ottobre). Oltre alla stella bianconera, Alexandra Agiurgiuculese, e alla sua tecnica Spela Dragas (che agli ultimi mondiali di Sofia hanno conquistato due bronzi), con cui le atlete affronteranno lo studio delle difficoltà di attrezzo, ci sarà Alina Harnasko ginnasta della nazionale bielorussa con cui le farfalle potranno studiare la fase di riscaldamento e le difficoltà di corpo. Valentina Rovetta (tecnica della Squadra Nazionale Italiana) invece dirigerà un workshop dedicato alla specialità di squadra. Carolina Rodriguez, ex ginnasta della nazionale spagnola, già ospite a Udine in una passata edizione, parlerà di espressività e dell’aspetto artistico della ritmica. Laura Miotti, coreagrafa dell’Asu, infine, condurrà una lezione di danza classica.

I NUMERI - Ad affollare la sede dell’Asu, in via Lodi 1, a Udine, ci penseranno circa 300 atlete provenienti da 11 Paesi differenti (Russia, Bielorussia, Ucraina, Spagna, Italia, Croazia, Turchia, Serbia, Slovenia, Austria, Bosnia Erzegovina) per un range d’età che va dagli 8 ai 25 anni. Numeri da incredibili per tre giorni all’insegna di nastro, clavette, cerchio e palla.

UNA FORMULA CONSOLIDATA - Anno dopo anno il torneo internazionale ha consolidato la sua formula, non dimenticando mai di rinnovarsi. Già dallo scorso anno le giornate sono diventate tre: l’entusiasmo dalle partecipanti già nel 2016, ha infatti portato la società (che si occupa dell’organizzazione della tre-giorni, con il contributo della Regione Fvg, il patrocinio del Comune di Udine e la sponsorizzazione di Fiditalia - Agenzia Pittilino srl, Axpo Italia Spa e Illiria) a inserire nel suo programma diversi workshop e stage: ginnaste e tecniche potranno allenarsi assieme a giovani atlete di valenza mondiale, provenienti dai paesi dell’est, ma non solo.