10 dicembre 2018
Aggiornato 21:30

Giornate FAI d’Autunno: in Fvg saranno 28 le visite straordinarie

Il programma dell'evento è molto vario e ricco con visite in 7 località: Cormons, Gemona del Friuli, Montereale Valcellina, Ovaro, Povoletto, Spilimbergo e Trieste
Giornate FAI d’Autunno: in Fvg saranno 28 le visite straordinarie
Giornate FAI d’Autunno: in Fvg saranno 28 le visite straordinarie (Adobe Stock)

FVG - Un weekend in cui soffermare lo sguardo, spesso sfuggente e distratto, sulle bellezze poco conosciute e inaccessibili del nostro Paese, grazie agli itinerari tematici e alle aperture speciali proposti dal Fai – Fondo Ambiente Italiano in 250 città italiane: l’occasione saranno le Giornate Fai d’Autunno, in programma sabato 13 e domenica 14 ottobre 2018, evento realizzato dai Gruppi Fai Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi «Ricordati di salvare l’Italia», attiva fino al 31 ottobre. Anche quest'anno il programma dell'evento in Friuli Venezia Giulia è molto vario e ricco di proposte con ben 28 visite straordinarie in 7 località: Cormons, Gemona del Friuli, Montereale Valcellina, Ovaro, Povoletto, Spilimbergo e Trieste. Si tratta di luoghi che rappresentano vari aspetti della regione, dall’arte all’industria, dalla vita sociale al paesaggio, resi fruibili grazie all'impegno e alla disponibilità dei volontari dei Gruppo Fai Giovani, delle Delegazioni Fai e dei Gruppi Fai, che saranno aiutati dagli Apprendisti Ciceroni®, studenti appositamente formati dal Fai, dai loro professori e da esperti storici e storici dell'arte nei mesi scorsi, che offriranno alcune spiegazioni ai partecipanti.

A TRIESTE, le aperture, a cura del Gruppo Fai Giovani di Trieste e della Delegazione Fai di Trieste, data la concomitanza con la 50° Barcolana, seguiranno il percorso «Trieste e il mare» e riguarderanno 2 siti legati alla risorsa naturale che più ha consentito lo sviluppo del capoluogo regionale: l'Ex Palazzo del Lloyd Triestino, ora sede della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia in Piazza Unità d’Italia (sabato 13 e domenica 14 ottobre, orario: 10 – 17 con ultimo ingresso alle 16.30) e il Faro della Vittoria (sabato 13 e domenica 14 ottobre, orario: 9 – 17.30 con ultimo ingresso alle 17). All'Ex Palazzo del Llyod Triestino saranno possibili anche visite in lingua straniera – inglese e sloveno - sia sabato che domenica dalle ore 10 alle 12, su prenotazione via mail a trieste@faigiovani.fondoambiente.it.

IN PROVINCIA DI GORIZIA le aperture, a cura del Gruppo Fai Giovani di Gorizia, si concentreranno a Cormons, lungo il percorso «Echi dal Medioevo: Cormons e le Cente», che intende raccontare lo sviluppo della Cormons medievale, con la nascita delle Cente e l’insediamento, per un breve periodo, della sede del Patriarca d’Aquileia. L’itinerario connetterà 6 luoghi: la Centa di San Lorenzo; la Centa di Sant'Adalberto e Casa Neuhaus; il Castello di Cormons; la Centa e la Chiesa di San Giorgio; la Centa di Santa Maria / Sant'Apollonia; la Centa di San Giovanni. Le aperture sono previste domenica 14 ottobre, dalle 10 alle 18 (per l’orario di ultimo ingresso si rimanda all’allegato con i dettagli delle singole aperture), tranne che per la Centa di San Giorgio, che prevede 3 visite con partenza dalla chiesa di San Lorenzo alle 11, 14 e 16.

IN PROVINCIA DI PORDENONE le aperture si svolgeranno in due località: Montereale Valcellina e Spilimbergo. A Montereale Valcellina, a cura del Gruppo FAI Giovani di Pordenone, le aperture sono connesse dall'itinerario «Passeggiata a Montereale, la porta della Valcellina», un viaggio nella storia e nell’arte del capoluogo pedemontano. I visitatori potranno apprezzare 6 siti: la Centrale Idroelettrica A. Pitter; il Castello di Montereale; l’Antica Pieve di S. Maria, oggi Chiesa di S. Rocco; l’Oratorio di S. Floriano; la Diga di Ravedis; Villa Cigolotti (bene per la prima volta accessibile al pubblico). I beni saranno aperti domenica 14 ottobre dalle 10 alle 17.30, con ultimo ingresso alle 17, tranne la Diga di Ravedis, disponibile dalle 10 alle 12 a numero chiuso e su prenotazione pordenone@faigiovani.fondoambiente.it e Villa Cigolotti, per cui sono previste solo due visite alle 10 e alle 15, per i soli soci FAI e su prenotazione via mail. A Spilimbergo, a cura del Gruppo FAI di Spilimbergo, verranno aperti 3 beni: l’Edicola della Madonna con Bambino, la Chiesa di San Marco di Gaio e Villa Andervolti Marzotto. I luoghi saranno aperti sabato 13 e domenica 14, con orario 9.30-12.30 e 14-18 (ultimo accesso alle 17.30) e vi sarà la possibilità di fruire di spiegazioni in lingua tedesca e inglese.

IN PROVINCIA DI UDINE le aperture si svolgeranno a Gemona del Friuli, a Povoletto e a Ovaro. A Gemona del Friuli, a cura del Gruppo FAI di Gemona del Friuli, le aperture seguiranno l’itinerario «Sulle tracce della Grande Guerra» e focalizzeranno l’attenzione sul Forte di Monte Ercole per ricordare il centenario del 1° Conflitto Mondiale. Le visite avranno luogo domenica 14 con orario 10-13 e 14-17. Visto il grande successo della Giornata FAI d’autunno 2017, verrà riaperta anche la Chiesetta di Ognissanti, situata sempre nella borgata di Ospedaletto, con visite alle ore 11.00, 12.00, 14.00 e 15. A Ovaro, il Gruppo FAI di Tolmezzo, aprirà le porte di cinque tra i più straordinari beni storico- artistico e culturali della zona: la Casa Dalle Cento Finestre, la Chiesa di San Martino, la Pieve di Gorto, il Museo della Pieve di Gorto e la Domus Carnica Casa Lupieri. Tutti i siti saranno aperti, con ingresso libero e gratuito, Sabato 13 ottobre dalle 10 alle 13e dalle 14 alle 17. Saranno disponibili anche visite guidate in inglese e tedesco a Palazzo Micoli-Toscano e in tedesco al Museo della Pieve di Gorto. A Povoletto, la Delegazione FAI di Udine, proporrà l’itinerario «Appena fuori città…» alla scoperta di 3 beni, siti in tre frazioni appartenenti alla stessa municipalità: la Chiesa di San Nicolò, a Primulacco; la Chiesa di San Pietro, a Magredis; la Domus Magna dei Partistagno, a Belvedere di Torre. Tutti i beni saranno aperti domenica 14, dalle 10 alle 17.30, con orario continuato. La Giornata FAI d'Autunno è aperta a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI e a chi si iscrive durante l’evento. A loro saranno dedicate visite esclusive e corsie preferenziali, perché iscriversi al FAI è un gesto civile e al tempo stesso un beneficio: conviene a se stessi e fa bene all’Italia. In Friuli Venezia Giulia, come già menzionato, l’apertura esclusiva si terrà a Montereale Valcellina, dove Villa Cigolotti sarà visitabile solo alle 10.00 e alle 15.00 di Domenica 14 ottobre, per i soli soci FAI e su prenotazione a pordenone@faigiovani.fondoambiente.it.

VOLONTARI - Il Fai è sempre alla ricerca di volontari che aiutino, anche solo per un giorno, a svolgere le tante mansioni che l’organizzazione comporta: agevolare l’ingresso, accogliere i visitatori, fornire informazioni, … Chi fosse interessato a collaborare, può contattare il FAI via email a faifvg.comunicazione@gmail.com specificando nome, cognome, n° di telefono e località del FVG per si rende disponibile.

INFO - Facebook: www.giornatefai.it | www.fondoambiente.it | Facebook | TwitterInstagram | Hashtag: #giornatefai