11 dicembre 2018
Aggiornato 02:00

L’architettura di Raimondo D’Aronco raccontata da Diana Barillari

Appuntamento giovedì 11 ottobre alle 18.15 alla sede di Fondazione Friuli
L’architettura di Raimondo D’Aronco raccontata da Diana Barillari
L’architettura di Raimondo D’Aronco raccontata da Diana Barillari (Raimondo D’Aronco)

UDINE - Ha firmato una delle architetture più belle di Udine, il Palazzo del Comune, e ha segnato con il suo stile la città di Istanbul, realizzando numerosi edifici emblematici. E’ l’architetto Raimondo D’Aronco (Gemona del Friuli, 1857 - Sanremo 1932), figura importante nello scenario architettonico internazionale degli anni a cavallo tra Ottocento e Novecento, anche come interprete significativo dello stile Liberty.

LA CONFERENZA - A lui è dedicata la conferenza d’apertura del calendario dell’Università Popolare di Udine, per il secondo anno guidata dall’avvocato Giovanna Cosattini. La conferenza sarà tenuta da una delle maggiori studiose di D’Aronco, la storica dell’architettura Diana Barillari, che accompagnerà, con parole e immagini, il pubblico in un viaggio nell’opera e nella personalità di un artista cui hanno dato i natali le nostre terre. Verranno illustrati i suoi lavori e la parabola artistica. L’appuntamento è per giovedì 11 ottobre 2018 alle ore 18.15 presso la Fondazione Friuli (via Manin 15 Udine), nella Sala Riunioni. Il titolo della conferenza è Raimondo D’Aronco un protagonista dell’architettura: dal Friuli alle sponde del Bosforo.

L’ARCHITETTO - D’Aronco fu architetto versatile e felice interprete delle esigenze del suo tempo adattate ad ogni contesto, da quello metropolitano della città ottomana a quello su scala locale e urbana. A Udine il Palazzo del Comune è un esempio di fusione di monumentalità (nel primo livello) e leggerezza (nelle aperture superiori) attraverso uno stile che guarda al Rinascimento e anche alle suggestioni contemporanee, dove protagonista è la pietra d’Istria, con il forte segno identitario delle Cave di Aurisina e all’interno la conservazione degli arredi originali. La conferenza è inserita nel progetto ‘Identità culturale del Friuli’ promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, cui anche l’Università Popolare concorre organizzando incontri che trattino argomenti correlati alla nostra identità culturale regionale. La conferenza è ad ingresso gratuito e aperta al pubblico. Verranno presentati anche il calendario di conferenze già programmate per il 2018 - che proseguirà nel 2019 - e il nuovo sito internet dell’associazione, già consultabile all’indirizzo www.unipopudine.it.

Per informazioni e contatti scrivere a unipopudine@gmail.com.