12 dicembre 2018
Aggiornato 07:00

Il Comune dichiara 'guerra' ai morosi

La giunta ha deciso di agire per vie legali nei confronti di coloro che non pagano gli affitti da 10, 9, 8 e 4 anni
Il Comune dichiara 'guerra' ai morosi
Il Comune dichiara 'guerra' ai morosi (Diario)

UDINE - La giunta Fontanini dichiara guerra coloro che non pagano l’affitto delle case di proprietà comunale. La decisione è stata presa durante la riunione dell’esecutivo svoltasi lunedì mattina a palazzo D’Aronco. Il Comune agirà per vie legali nei confronti dei primi quattro morosi: cittadini che non pagano l’affitto rispettivamente da 10, 9, 8 e 4 anni (nonostante le tariffe agevolate).

LE PAROLE DEL SINDACO - «I miei predecessori, nonostante la situazione, non hanno mai pensato di agire per vie legali – commenta il sindaco Pietro Fontanini – si sono limitati a mandare avvisi generici. Non avendo mai ricevuto risposte, ci pensiamo noi a intraprendere un’azione giudiziaria. Visto che si sono dimostrati inattivi nei confronti dei solleciti - chidueli inviteremo a lasciare gli appartamenti: così non si può continuare».

MANCATI INTROITI PER 500 MILA EURO - Complessivamente ammontano a 500 mila euro i mancati introiti del Comune per la cinquantina di alloggi di sua proprietà. Un ammanco che per alcuni inquilini raggiunge la cifra di circa 20 mila euro. Una situazione a cui l’attuale giunta comunale vuole mettere fine.