13 dicembre 2018
Aggiornato 22:00

‘Musica per Emergency’: in scena il meglio della musica friulana

Si svolgerà sabato 13 ottobre sotto il tendone di Festintenda a Chiasiellis di Mortegliano (Ud), il concerto evento per sostenere la sezione udinese dell’associazione umanitaria fondata da Gino Strada
‘Musica per Emergency’: in scena il meglio della musica friulana
‘Musica per Emergency’: in scena il meglio della musica friulana (Juan Carlos)

MORTEGLIANO - Mai come in questo momento l’arte si mobilita per le buone cause. È con questo spirito che il collettivo Il cantir, organizzatori di Festintenda, ha chiamato a raccolta il meglio della musica friulana a sostegno di Emergency. Si svolgerà sabato 13 ottobre sotto il tendone di Festintenda a Chiasiellis di Mortegliano (Ud), il concerto evento per sostenere la sezione udinese dell’associazione umanitaria fondata da Gino Strada.  «Noi del circolo culturale il Cantiere abbiamo deciso di organizzare questa serata per Emergency per una raccolta fondi visto il periodo particolare dove le Ong sono al centro di molte polemiche», commentano gli organizzatori.

PROGRAMMA - Sul palco si susseguiranno vari gruppi tra i più rappresentativi e impegnati a livello sociale della regione: per primi alle 18 ci sarà la Rub A Dub Band feat. dj Tubet Inna freestyle con special guest Seba Higher Region, che tra reggae, dub e freestyle inizieranno a scaldare il pubblico con il loro ritmo in levare. I musicisti della Rub a Dub Band vengono da diverse esperienze musicali personali, ma la base è composta da Donatella Milanese al basso, Fabio Bossi batteria, Carlo Carli chitarra, Filippo Tonini sax, Daniele Flaiban chitarra, il cui repertorio oscilla dai riddim che hanno fatto la storia del reggae e le dub plate. Alle 19.30 seguirà il momento di dibattito con filmati che raccontano le azioni di Emergency in giro per il mondo, ma dalle 21 si riaccenderà la musica con Les Tambours De Topolò, il gruppo che - nato proprio nel paesino di Topolò vicino a Cividale – ha ridato dignità a barili metallici e bastoni di legno facendoli diventare potenti strumenti musicali. Composti principalmente da percussionisti, oltre che da una batteria ed un basso, Les Tambours de Topolò nascono nel 2000 nel contesto della Stazione di Topolò/Postaja Topolove e nell’arco di 17 anni di attività si sono esibiti in varie località d’Italia e d’Europa, proponendo performance in continua mutazione ed evoluzione, anche in collaborazione con musicisti ed artisti di livello internazionale. A a seguire saliranno sul palco i giovani componenti della band dei Cinque Uomini Sulla Cassa Del Morto, gruppo rock folk che unisce il cantautorato italiano alle sonorità della musica popolare, in particolare irlandese. I cinque, ormai amatissimi in regione, cantano spesso a più voci accompagnandosi con chitarre acustiche, basso, batteria e violino, alle volte ukulele, pianoforte e percussioni. Ultimo gruppo ad esibirsi per la causa di Emergency, i Playa Desnuda che, direttamente dal Rototom Sunsplash, porteranno a Chiasiellis sonorità tra ska, rocksteady e reggae. Sul palco, per far saltare e ballare il pubblico, si esibiranno Michele Poletto alla voce, Walter Sguazzin al basso e sequencer, Pietro Sponton alla batteria, Nicola Milan alle tastiere, Jvan Moda alla chitarra e Andrea Bonaldo alla tromba. L’ingresso alla serata sarà di 10 euro e parte del ricavato andrà a contribuire ai progetti di Emergency. Nell’area del concerto sarà sempre attivo un chiosco per mangiare e bere.