12 dicembre 2018
Aggiornato 00:30

CortoCircuito Fvg: in otto sale cinematografiche oltre 100 proiezioni di film d'autore

Si tratta di un volume importante di opere di immenso valore e grande spessore culturale, spesso lontane dalle sale e scoperte esclusivamente (o quasi) dagli addetti ai lavori in festival o eventi ad hoc, e per questo penalizzate nella circolazione
CortoCircuito Fvg: in otto sale cinematografiche oltre 100 proiezioni di film d'autore
CortoCircuito Fvg: in otto sale cinematografiche oltre 100 proiezioni di film d'autore (CortoCircuito Fvg)

FRIULI - È stata presentata il 12 ottobre in conferenza stampa a Udine, al Palazzo della Regione, alla presenza di Elia Miani della Regione Friuli Venezia Giulia, di Sergio Paroni di Civibank, di Marco Fortunato di Officine d'Autore, di Paolo Vidali, direttore del Fondo Regionale Audiovisivo Fvg e di David Benvenuto dell'associazione Ala, l'iniziativa CortoCircuito Fvg, promossa dal gruppo Visioni d'Insieme di cui capogruppo è l'associazione Officine d'Autore e che include Associazione Culturale Il Circolo di Spilimbergo, Comune di Casarsa della Delizia e Pro Casarsa della Delizia, Associazione Cineforum Maniaghese, Comune di San Vito al Tagliamento e Pro San Vito al Tagliamento, Circolo Culturale Lumière di Codroipo, a. ArtistiAssociati di Gorizia e Associazione Culturale Teatro Pasolini.

CORTOCIRCUITO FVG, raccogliendo l'eredità decennale di Circuito Cinema, coinvolge i territori di San Daniele del Friuli, Codroipo e Cervignano in terra udinese, di Casarsa, Spilimbergo, Maniago e San Vito al Tagliamento nel pordenonese, infine di Cormons nel goriziano. In una manciata di mesi, da ottobre a marzo, questi otto territori accoglieranno in otto sale cinematografiche oltre 100 proiezioni di film d'autore (i primi sono Un affare di famiglia di Kore'eda Hirokazu, Don't Worry di Gus Van Sant, Blackkklansman di Spike Lee, La casa dei libri di Isabel Coixet) e, novità assoluta, una rosa di proiezioni-evento, a partire da quella del film Parole povere di Francesca Archibugi a San Vito al Tagliamento martedì 16 ottobre.

SI TRATTA DI OTTO REALTÀ - Teatro Comunale Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia, Teatro Pasolini di Cervignano, Sala Comunale Benois De Cecco di Codroipo, Teatro Comunale di Cormons, Cinema Manzoni di Maniago, Cinema Splendor di San Daniele del Friuli, Auditorium Zotti di Sam Vito al Tagliamento, Cinema Miotto di Spilimbergo - che hanno raccolto l'invito a essere parte attiva del rinnovamento di Circuito Cinema, il progetto ideato nel 2007 dal gruppo Visioni d'Insieme con l'obiettivo di portare il cinema di qualità nelle piccole sale di comunità del Friuli Venezia Giulia, creando una rete sinergica dal punto di vista strategico e operativo e offrendo ai pubblici distanti dalle sale dei capoluoghi, la possibilità di accedere alla proposta cinematografica d'essai. Offrendo così alle piccole sale hanno ricevuto in tutti questi anni un prezioso aiuto per sopravvivere di fronte alle trasformazioni del sistema e del mercato del cinema (apertura dei multisala, digitalizzazione delle sale, ecc.).

L'EDIZIONE 2018-2019 DI CORTOCIRCUITO FVG è caratterizzata da un nuovo passo e da una forte spinta al rinnovamento. Non solo viene rafforzata l'azione di sostegno alle piccole sale e soddisfatta così la domanda avanzata dai piccoli pubblici; a essa si aggiunge la volontà di valorizzazione il cinema prodotto nella nostra regione, spesso realizzato con maestranze locali altamente specializzate. Si tratta di un volume importante di opere – centinaia - di immenso valore e grande spessore culturale, spesso lontane dalle sale e scoperte esclusivamente (o quasi) dagli addetti ai lavori in festival o eventi ad hoc, e per questo penalizzate nella circolazione. 

È DUNQUE NATURALE CHE IL NUOVO PARTNER DI VISIONI D'INSIEME, nello sviluppo della nuova edizione di CortoCircuito Fvg sia il Fondo Regionale Audiovisivo FVG, realtà d’eccellenza della nostra regione che per prima in Italia ha favorito lo sviluppo delle imprese che operano nella produzione audiovisiva e la promozione dei prodotti audiovisivi (il Fondo, che ha reso possibile la realizzazione di film pluripremiati come Zoran, il mio nipote scemo, TIR, The Special Need, Dancing With Maria, Happy Time Will Come Soon e i recenti L’ultima Spiaggia e Menocchio, ha da poco festeggiato i dieci anni di attività). Ed è dal suo portfolio di opere sostenute in tutti questi anni, che sono stati scelti i film protagonisti delle proiezioni-evento previste da CortoCircuito Fvg in tutti i territori del progetto. «Se il Fondo Audiovisivo Fvg rappresenta giorno dopo giorno, produzione dopo produzione, d'essere un modello produttivo europeo e dalla forte e concreta apertura al mercato internazionale, partecipando a progetti come quello di CortoCircuito Fvg può dare libera espressione alla sua vocazione di sostenere la circuitazione del cinema di qualità prodotto in regione, contribuendo a compensare una carenza distributiva che è prima di tutto italiana» ha commentato il direttore del Fondo, Paolo Vidali. 

IN QUESTO SISTEMA VIRTUOSO DI SELEZIONE, promozione e valorizzazione del nostro cinema, reso perfetto dall'incontro tra il gruppo Visioni d'Insieme, Officine d'Autoree Fondo Audiovisivo Fvg, e concretizzato nella edizione 2018 di CortoCircuito Fvg,non poteva mancare la collaborazione di Ala Fvg, l'Associazione Lavoratori Audiovisivo del Friuli-Venezia Giulia, che riunisce produttori, registi, autori, compositori, tecnici, maestranze e tutti i professionisti dell’audiovisivo e del cinema regionale a cui sarà richiesto di intervenire durante le proiezioni, e di tutti gli enti locali e le associazioni dei diversi territori interessati da CortoCircuito Fvg.

OLTRE ALLE 100 E PIÙ PROIEZIONI DI CORTOCIRCUITO FVG (e il cui calendario completo è reso pubblico da ciascun territorio, autonomamente), si segnalano dunque le seguenti proiezioni-evento a ingresso libero di un quartetto di film, tutti espressione di un'autentica eccellenza cinematografica e produttiva della nostra regione. 

LE PROIEZIONE - Parole povere, martedì 16 ottobre a San Vito al Tagliamento; 23 ottobre a San Daniele del Friuli, 29 ottobre a Cormons, 31 ottobre a Cervignano e 15 novembre a Codroipo. The Special Need, il 24 ottobre a Spilimbergo. Non ne parliamo di questa guerra, l'1 novembre a Casarsa della Delizia. Chiude il quartetto l'opera che ha entusiasmato stampa e critica al festival di Locarno 2018 e poi a quello di Annecy, dove ha conquistato il Grand Prix. Stiamo parlando di Menocchio,l'8 novembre a Maniago.

Per informazioni: www.visionidinsieme.it
​​​​​