13 novembre 2018
Aggiornato 04:30

NutriAMOci con cuore più cervello, la presentazione alla Libreria Friuli

All'incontro saranno presenti l'oncologo Massimiliano Berretta (CRO Aviano) che parlerà delle ultime frontiere anti-tumorali assieme alle autrici
NutriAMOci con cuore più cervello, la presentazione alla Libreria Friuli
NutriAMOci con cuore più cervello, la presentazione alla Libreria Friuli (AdobeStock | kolinko tanya)

UDINE - Lotta contro i tumori e contro tutte le malattie che affliggono sempre di più anche il nostro Friuli per colpa di scorretti stili di vita e del fattore che più dipende da ognuno di noi: l'alimentazione. Di questo si parlerà venerdì 19 ottobre alla Libreria Friuli di Udine, alle ore 18, in occasione della presentazione del primo manuale sull'alimentazione NutriAmoci con cuore più cervello (edizioni Segno) targato Friuli Venezia Giulia in quanto è scritto dalla biologa nutrizionista Marta Ciani e dalla giornalista scientifica Irene Giurovich in collaborazione con l'oncologo Massimiliano Berretta, ricercatore di fama internazionale che lavora al Cro di Aviano.

ALL'INCONTRO, oltre alle autrici, sarà possibile porre domande all'oncologo. L'alimentazione risulta determinante sia nel mantenere i meccanismi di regolazione cellulare e genetica sia nell'agevolare l'insorgenza di malattie se si mangia in maniera errata. Il cibo è il fattore ambientale decisivo con cui regoliamo o distruggiamo la nostra salute: in media, durante la nostra vita, immettiamo nel nostro corpo dalle 30 alle 40 tonnellate di alimenti.

IL LIBRO, che si presenta come un vero e proprio pronto soccorso per chi è alla ricerca di risposte nel campo alimentare, si candida a diventare il vademecum su come prevenire le malattie, impostare un percorso di corretta alimentazione, gestire lo stress in generale. Le emozioni influenzano la salute, per questo si affronta anche la tematica della neurochimica delle emozioni.

OGGI, ALCUNE PATOLOGIE CRONICO-DEGENERATIVE, tra cui quelle cardiovascolari e il cancro rappresentano le prime 2 cause di morte nei Paesi occidentali, Italia compresa. Vale la pena ricordare che in Italia abbiamo circa 1.000 nuovi casi di cancro al giorno e seguendo una corretta alimentazione (Dieta Mediterranea) e sano stile di vita si potrebbe ridurre di oltre il 30% questa triste statistica’, dichiara l'oncologo Berretta.

È DIMOSTRATO, DA NUMEROSI STUDI SCIENTIFICI, che attraverso l’alimentazione si previene fino al 20% i tumori alla cervice uterina e prostata; fino al 33% i tumori al polmone; fino al 50% i tumori alla bocca, faringe e al seno; fino al 66% i tumori al fegato; fino al 75% i tumori al colon-retto, esofago e stomaco. ‘Tali malattie – scrive l'oncologo nel libro - sono provocate da una dieta altamente calorica, ricca di proteine e grassi di origine animale, carboidrati raffinati e povera invece di frutta e verdura fresche. Nel mondo occidentale, malgrado la notevole disponibilità di cibo, la malnutrizione normo-ipercalorica deriva da un abuso di alimenti sprovvisti di vero potere nutrizionale. Tale paradosso si spiega con lo scarso apporto di vitamine e minerali, costituzionalmente assenti in taluni cibi raffinati o persi dai cibi freschi dopo solo 24 ore dalla loro raccolta. Strettamente collegati ad una nutrizione scorretta sono anche i chili di troppo. L’eccesso di peso non può e non deve essere considerato solo un problema estetico: comporta gravi pericoli per la salute ed è un fattore di rischio oncologico. Il grasso corporeo rappresenta un deposito di colesterolo che favorisce la sintesi di ormoni a cui diversi tumori sono sensibili. Il rischio d’insorgenza del cancro aumenta anche con un leggero sovrappeso. La corretta assunzione di alimenti, associata ad uno stile di vita attivo, costituisce la base della prevenzione oncologica. La dieta universalmente riconosciuta come la più salutare è quella mediterranea che presenta innumerevoli benefici anche per quanto riguarda la prevenzione di gravi malattie ed è dimostrato che riduce del 10% la mortalità da cancro. La prevenzione del cancro e delle malattie cardiovascolari e degenerative consentirebbe sopravvivenze medie di oltre 85 anni’.

NUTRIAMOCI con cuore più cervello è un cammino che si snoda in tre capitoli: il primo è una sorta di Introduzione all'Alimentazione con i riferimenti agli studi più importanti, alle raccomandazioni delle società scientifiche, al caposaldo della vera dieta mediterranea, con l'immancabile apertura del testo proprio su movimento e attività fisica, ancelle indispensabili della corretta nutrizione; il secondo capitolo accompagna il lettore dentro il primo metodo personalizzato che congiunge gli innovativi test con una presa in carico integrale del paziente; il terzo capitolo raggruppa tutte le iniziative pubbliche a carattere gratuito che vedono impegnate le autrici del libro.