19 novembre 2018
Aggiornato 00:30

Aumento delle Rc auto: secondo le proiezioni in Fvg fino +30%

Un aumento percentuale che corrisponde (variando nelle 4 ex province) al possibile rincaro delle assicurazioni a seguito della manovra del Governo giallo-verde
Aumento delle Rc auto: secondo le proiezioni in Fvg fino +30%
Aumento delle Rc auto: secondo le proiezioni in Fvg fino +30% (AdobeStock | lupoalb68)

FVG - Quella ‘messa peggio’ sarebbe Pordenone, con un +30,05%. A seguire Udine, +29,38%, poi Gorizia +19,42% e in ultimo Trieste, con un irrisorio +1,78%. Percentuali che corrispondono al possibile rincaro delle Rc auto a seguito della manovra del Governo giallo-verde. Si tratta delle prime proiezioni fatte da alcune compagnie assicurative, e riportate da Il Sole 24 Ore.

EQUITA’ - L’obiettivo sarebbe quello di abbassare le tariffe al Sud e per farlo, come precisa il quotidiano economico, si parla di norme per garantire una tariffa «più equa». All’orizzonte ecco che c’è la tariffa unica, ovvero un livellamento generale del premio: quindi chi si troverà in prima classe di bonus-malus, su tutto il territorio nazionale, avrà la medesima tariffa. Una novità, questa, che se fosse confermata si troverà nel decreto legge omnibus, che accompagnerà la manovra.

LE CITTA’ PIU’ COLPITE - Le assicurazioni, in sostanza, per abbassare i prezzi al Sud, dove sono oggettivamente maggiori gli indicatori di rischio, dovrebbero aumentare quelli al Nord. Ed ecco allora che secondo le proiezioni fatte, fra le città che risulterebbero maggiormente colpite ci sono proprio Pordenone, al quarto posto dopo Bolzano (prima), Aosta e Cuneo, e Udine, al quinto posto. Quattordicesima Gorizia. 

GENERALI - Sulla manovra è intervenuto il 16 ottobre, in occasione di un convegno a Trieste organizzato dal Mib (Management business school), anche il presidente di Assicurazioni Generali, Gabriele Galateri di Genola, il quale, ha ricordato che «bisogna fare molta attenzione a trattare questi argomenti con la dovuta attenzione perché siamo uno dei sistemi portanti del sistema nazionale». Nella manovra, infatti gli unici aumenti fiscali riguarderebbero banche e assicurazioni. «Io parlo delle assicurazioni - ha precisato Galateri di Genola - perché sono il mondo in cui vivo e sono un elemento fondamentale del funzionamento dell'economia. Attraverso la nostra attività noi diamo sicurezza agli individui, diamo sostenibilità - anche economica - alle aziende, investiamo nel mercato cifre colossali, quindi bisogna fare molta attenzione a trattare questi argomenti con la dovuta attenzione».