13 novembre 2018
Aggiornato 04:30

Di Bernardo sfiduciato: arriva il commissario

Maggioranza e minoranza, compatte, hanno mandato il sindaco, approvando una mozione di sfiducia
Fabio Di Bernardo
Fabio Di Bernardo (Fb)

VENZONE – Nessuna sorpresa dal Consiglio comunale di Venzone: il sindaco Fabio Di Bernardo è stato sfiduciato dalla sua maggioranza e ora il Comune sarà retto da un commissario in attesa del voto. Un copione già scritto, che in qualche modo ‘paralizza’ l’attività amministrativa del municipio per beghe politiche. Il Commissario, infatti, dovrà limitarsi all’ordinaria amministrazione.

Maggioranza e minoranza, compatte, hanno mandato a casa Di Bernardo, approvando una mozione di sfiducia. Non ha voluto dimettersi il sindaco, ma ha atteso al varco i suoi ex alleati, per metterli di fronte alle loro responsabilità di fronte ai cittadini. Un ruolo, quello del primo cittadino, che per coloro che l’avevano appoggiato, è venuto meno dopo la bocciatura alle regionali, quando Di Bernardo, raccogliendo un pugno di voti, non era riuscito a farsi eleggere. Da lì qualcosa è cambiato negli equilibri della maggioranza, avviando quel percorso che giovedì sera ha portato al commissariamento.

Ora quindi si apre la campagna elettorale per la corsa verso le elezioni: vedremo se Di Bernardo vorrà ripresentarsi o se lascerà la politica locale.