13 novembre 2018
Aggiornato 04:30

Piano periferie: rispuntano i 18 milioni per il recupero dell'ex caserma Osoppo

Ha funzionato la mediazione con il governo dell'Anci nazionale. Soddisfatto il sindaco Fontanini
Piano periferie: rispuntano i 18 milioni per il recupero dell'ex caserma Osoppo
Piano periferie: rispuntano i 18 milioni per il recupero dell'ex caserma Osoppo (Fb)

UDINE – Era la buona notizia che la città aspettava. Il governo giallo-verde ha fatto retromarcia sul piano periferie, ‘restituendo’ ai capoluoghi il miliardo e 600 milioni inserito nel decreto milleproroghe. Questo, per Udine, significa lo stanziamento di 18 milioni di euro destinati al recupero dell’ex caserma Osoppo, nella parte est della città. Fondi che il governo si è impegnato a garantire nei prossimi due anni. «E una bella notizia per la città – commenta il sindaco Pietro Fontanini – accanto ai 18 milioni dello Stato ce ne saranno altri 12 messi dai privati. Sarà recuperata la caserma Osoppo: è un grande intervento: 30 milioni di opere pubbliche in quella parte della città».

L’annuncio è arrivato nei giorni scorsi da parte del presidente dell'Anci Antonio Decaro. «Abbiamo ricucito le relazioni con il governo perchè - ha spiegato il presidente dell'Anci al termine della Conferenza Unificata, dove è stata raggiunta l'intesa - abbiamo vinto una battaglia che non era dei sindaci, ma era per i diritti dei cittadini. La battaglia non l'hanno condotta soltanto i sindaci ma milioni di cittadini, quelli che vivono nelle periferie, ai quali avevamo promesso un'operazione di ricucitura urbanistica e sociale che forse non avevano mai avuto».