19 novembre 2018
Aggiornato 09:00

La Gsa Udine cade sul campo della capolista Bologna

Continua il 'digiuno' dei bianconeri che perdono 81 a 74 sul campo della Fortitudo
La Gsa Udine cade sul campo della capolista Bologna
La Gsa Udine cade sul campo della capolista Bologna (Fb)

UDINE - Continua il digiuno di vittorie la Gsa Udine che perde per 81 a 74 sul campo della capolista Fortitudo Bologna. Una sconfitta che fa male quella udinese, al netto del valore dell'avversario, finora imbattuto e di un campo caldo e difficile come quello felsineo. La formazione allenata da coach Martino è, infatti, scesa in campo priva di due elementi importanti come il capitano Mancinelli ed il playmaker titolare, ex Treviso, Fantinelli: due assenze delle quali,  una Gsa che si presentava al completo, non ha saputo approfittare.

Eppure, per i primi due quarti, Udine aveva disputato un match più che discreto, rimanendo a lungo avanti, grazie ad una buona difesa e ad un Simpson (9 punti già nella prima frazione di gioco) deciso a rifarsi dopo la mediocre prestazione con Montegranaro. Il peccato di Udine è che, anche quando gioca meglio dell'avversario, non riesce mai a fuggire via ed anche con Bologna non è riuscita ad andare oltre al +6 (28-34) dell'ultimo minuto di secondo quarto.

Nella terza frazione di gioco la formazione di casa ha serrato le fila impedendo ai bianconeri di arrivare a tiri comodi vicino a canestro e per Udine è scese la notte, perdendo il parziale per 26 a 11 (58-47 il punteggio al 30'). Micidiali nel frangente il solidissimo Rosselli, ma anche il cecchino Hausbrock ed il lungo Leunen hanno fatto la loro parte.

Solo nell'ultimo quarto la Gsa si è risvegliata dall'incubo, rialzata dagli 11 punti, alcuni dei quali di pura classe, di un Powell che, nei precedenti trenta minuti, avrebbe meritato qualche sosta in panchina per rifiatare (per lui 36' sul parquet, troppi). I bianconeri riescono ad arrivare fino a -3 (75-72), con anche Cortese, gravato ancora una volta da problemi di falli, a dare il suo apporto. La tripla di Hasbrouck e la palla persa poi da Penna tolgono, però, ogni speranza ai giocatori dell'Apu ed ai suoi tifosi (un centinaio presenti anche al PalaDozza) e consegnano la vittoria in mano ai lanciatissimi bolognesi.
 

Lavoropiù Fortitudo Bologna - G.S.A. Udine 81-74 (17-16, 32-36, 58-47)
Lavoropiù Fortitudo Bologna: Kenny Hasbrouck 19 (4/6, 3/9), Maarty Leunen 14 (2/5, 2/4), Guido Rosselli 13 (3/6, 0/1), Giovanni Pini 12 (6/8, 0/1), Daniele Cinciarini 11 (0/4, 3/6), Andrea Benevelli 7 (2/3, 0/0), Marco Venuto 5 (0/0, 1/4), Giacomo Sgorbati 0 (0/1, 0/1), Matteo Franco n.e., Stefano Mancinelli n.e., Matteo Fantinelli n.e., Marco Prunotto n.e.. All.Martino.
Tiri liberi: 20 / 22 - Rimbalzi: 31 9 + 22 (Giovanni Pini 8) - Assist: 16 (Guido Rosselli 7)
G.S.A. Udine: Marshawn Powell 21 (8/13, 1/3), Trevis Simpson 19 (4/6, 3/7), Riccardo Cortese 14 (3/6, 2/7), Lorenzo Penna 10 (2/2, 1/3), Marco Spanghero 5 (0/3, 1/4), Salvatore Genovese 3 (0/0, 1/1), Francesco Pellegrino 2 (1/2, 0/0), Chris Mortellaro 0 (0/4, 0/0), Mauro Pinton 0 (0/0, 0/2), Stefan Nikolic 0 (0/0, 0/0). All. Cavina.