19 novembre 2018
Aggiornato 09:00

Alberi caduti e frane: il Friuli nella morsa del maltempo

Smottamenti verso Sauris e Sutrio, piante sulle strade a Chiusaforte, Amaro e Moggio. Primi fiumi esondati. Al lavoro Pc e Vigili del Fuoco
Alberi caduti e frane: il Friuli nella morsa del maltempo
Alberi caduti e frane: il Friuli nella morsa del maltempo (Fb)

UDINE – Le piogge abbondanti sono arrivate sul Friuli Venezia Giulia. La Protezione Civile ha diramato un’allerta, che da arancione è diventata rossa. E i primi disagi si sono già verificati nella notte tra sabato e domenica.

I PRIMI DANNI - Si segnalano delle frane in Carnia, verso Sauris e verso Sutrio. Alcune frazioni sarebbero isolate, e alcune case sarebbero state sgomberate. Sono già al lavoro le squadre della Protezione Civile e i Vigili del Fuoco. Problemi per il forte vento anche in altre località della Carnia e in Canal del Ferro: a Chiusaforte, nell’area dell’ex caserma Zucchi, sono cadute alcune piante, così come a Moggio Udinese, mentre ad Amaro, l’aria ha scoperchiato i locali della mensa. Alcuni corsi d’acqua sono esondati (a Ovaro il torrente Degano è uscito dagli argini) e altri hanno già superato il livello di guardia. Interventi della Protezione Civile anche a Tolmezzo e a Forni Avoltri. 

COSA ACCADRA’ NELLE PROSSIME ORE - Nei prossimi giorni, come rileva proprio la Pc, «una profonda depressione stazionaria sul Mediterraneo occidentale sta richiamando un forte afflusso di correnti molto umide e instabili da sud-ovest in quota, da sud-est nei bassi strati. Tra lunedì a martedì passerà il fronte principale, preceduto da un ulteriore intensificazione del flusso sciroccale». Da qui la previsione di piogge da abbondanti a intense soprattutto sulla fascia pedemontana e montana. Su bassa pianura e costa piogge più attenuate e intermittenti. Lo Scirocco soffierà un po’ ovunque con raffiche superiori ai 70 km orari e saranno possibili delle mareggiate.

LA PIOGGIA CADUTA - Nelle ultime 24 ore la pioggia più abbondante è caduta nella zona di malga Chiampuz, in Carnia (283 mm), poi in località Baldass (200 mm), a Livinal Lunc, sopra Sella Nevea (194 mm) e a Forni di Sotto (178 mm).

Alberi caduti e frane: il Friuli nella morsa del maltempo

Alberi caduti e frane: il Friuli nella morsa del maltempo (© Pc Fvg)

Alberi caduti e frane: il Friuli nella morsa del maltempo

Alberi caduti e frane: il Friuli nella morsa del maltempo (© Pc Fvg)

La copertura della mensa di Amaro

La copertura della mensa di Amaro (© Edi Stefanutti)