19 maggio 2019
Aggiornato 13:00
Il punto della situazione

Maltempo, è emergenza fino a mezzanotte. Sappada isolata

In Carnia sono in arrivo volontari dalla Bassa Friulana per dare una mano durante le ore notturne
Maltempo, è emergenza fino a mezzanotte. Sappada isolata
Maltempo, è emergenza fino a mezzanotte. Sappada isolata

SAPPADA – L’ondata di maltempo non dà tregua e ora dopo ora, soprattutto in Carnia, le criticità aumentano. Sappada è isolata sia dal versante del Veneto che da quello del Friuli dalle 17 circa di lunedì 29 ottobre a causa di uno smottamento (il personale di Fvg Strade è al lavoro per riaprire la viabilità almeno ai mezzi di soccorso). Problemi anche nell’erogazione della corrente elettrica, che funziona a singhiozzo. Ma non si tratta dell’unico punto critico, con centinaia di volontari della Protezione Civile e di uomini delle forze dell’ordine e di Vigili del Fuoco impegnati da ore per monitorare la situazione.

LE PREVISIONI - Nelle prossime 10 ore, con l'avvicinamento del fronte freddo alle Alpi Orientali e lo spostamento del minimo barico sulla Baviera, è atteso un ulteriore incremento del flusso molto umido sciroccale. Tale flusso, come informa la Protezione Civile Fvg, determinerà piogge più intense e persistenti su Alpi e Prealpi Carniche, dove sono attesi, entro la mezzanotte, ulteriori 150-200 mm di pioggia, e con i possibili temporali in arrivo, localmente valori più elevati fino a 300 mm. Su bassa pianura e costa le piogge saranno intermittenti e più moderate. In serata il vento di Scirocco probabilmente si intensificherà decisamente e sono attese raffiche superiori ai 100 km orari sulla costa e 150 km orari sulla zona montana in quota. Il fronte principale dovrebbe passare appena dopo la mezzanotte, con piogge e temporali diffusi anche su pianura e costa e vento in rotazione a Libeccio, in successiva relativa attenuazione.

I DISAGI SUL TERRITORIO - Allagamenti sono segnalati a Sutrio, Aquileia, Verzegnis in località Villa, Cercivento, Ravascletto, Chiusaforte, Carlino. Alberi caduti, invece, a Vito d’Asio, Lusevera, Forgaria nel Friuli in località Cornino, a Lauco sulla viabilità per Vinaio e al bivio di Avaglio. Massi sono caduti a Verzegnis, in località Chiaulis su sp1, a Sutrio in via monte Zoncolan è esondato un rio. A Cercivento è stata segnalata una frana, mentre i black-out elettrici riguardano Lauco, Sauris e Paularo. A Ovaro continua il presidio sui ponti Miozza, Pesarina e Degano da parte dei volontari giunti anche da Basiliano, Magnano, Tarcento. Interventi di sghiaiamento sono in corso sul rio Miozza. C’è stato poi il cedimento della strada tra San martino e Cella. Ad Amaro sono in arrivo volontari dei gruppi comunali di Cividale del Friuli, per la notte sono stati attivati i volontari dei Comuni di Taipana, Cassacco, Povoletto e Attimis. Volontari al lavoro anche a Forni di Sotto per scongiurare allagamenti, ad Amaro, a Tolmezzo, ad Arta Terme. A Pontebba è stata chiusa l’ex statale 13 a Pietratagliata. Problemi anche in val Raccolana, tra Saletto e Tamaroz.