12 dicembre 2018
Aggiornato 00:30

Udine, prosegue la 'battaglia' del Comune contro chi non paga gli affitti

Fontanini ha annunciato l’avvio di 3 procedure di sfratto: in un caso una signora, dopo la morta del padre, occupa un appartamento senza averne diritto
Udine, prosegue la 'battaglia' del Comune contro chi non paga gli affitti
Udine, prosegue la 'battaglia' del Comune contro chi non paga gli affitti (Diario)

UDINE – Ci sono persone che non solo non pagano l’affitto, ma che occupano, senza averne titolo, alloggi comunali. A metterlo in evidenza è stato il sindaco Pietro Fontanini, che ha annunciato l’avvio di 3 procedure di sfratto nei confronti di altrettanti cittadini.

In un caso si tratta di una signora che dopo la morte del padre ha continuato a restare nella casa comunale senza averne diritto e senza pagare l’affitto. «Parliamo del periodo che va dal 2015 al 2018 – ha chiarito Fontanini – accumulando un debito di circa 9 mila euro. Le altre due persone risultato morose da uno e da due anni. Intanto apriamo la procedura di sfratto, poi se saneranno le loro posizioni potranno restare negli appartamenti comunali». Un discorso che ovviamente riguarda solo le due persone 'indietro' con gli affitti, non la donna che occupa l’appartamento senza averne diritto.

Com’è stato già sottolineato dal sindaco Fontanini, il Comune deve incassare circa 500 mila euro di mancati affitti. In un caso, il più eclatante, una persona è in debito di circa 60 mila euro, non avendo mai versato un euro per il canone.