17 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
Tarvisio

Giro d'Italia sul Lussari: l'assessore Bini non smentisce

E' il sogno di Enzo Cainero: se ne riparlerà nel 2020 o nel 2021

UDINE – La Regione Fvg vuole continuare a puntare molto sui grandi eventi. E in particolar modo su quelli sportivi. La conferma arriva dall’assessore regionale Sergio Bini durante la conferenza stampa di presentazione dei dati sull’estate 2018. E proprio da parte di Bini c'è stata un'ammissione sul fatto che tra gli obiettivi del prossimo triennio (e in particolar modo del 2020 o 2021) c'è anche quello di portare una tappa del Giro d’Italia sulla cima del monte Lussari. Dopo la Coppa del Mondo di sci quindi, il borgo del Santuario potrebbe tornare a essere al centro di un grande evento sportivo.

SI LAVORA ALL'IPOTESI LUSSARI - L’anticipazione sul fatto che il Lussari sia presente nella testa del paron delle tappe friulane della Corsa Rosa, Enzo Cainero, l’ha data mercoledì  il Messaggero Veneto. Per questo durante la conferenza stampa nella sede della Regione tenutasi nello stesso giorno, confermando che nel 2019 il Giro non toccherà il Fvg, Bini ha detto: «Una tappa sul Lussari? Cainero è una persona che va ascoltata». L’assessore quindi non ha smentito l’ipotesi, anzi in qualche modo, con la mimica facciale, l’ha confermata. Sull’argomento si è inserito anche il nuovo direttore di PromoTurismo Fvg Lucio Gomiero, che ha annunciato l’intenzione di voler dare come minimo una programmazione triennale a eventi con il Gito d’Italia in Fvg per la grande valenza promozionale, turistica e di introito che portano. 

UN SOGNO DA FAR DIVENTARE REALTA' - I sogni sono fatti per essere realizzati. Quindi il Friuli e la Valcanale possono iniziare a crederci, perché quando uno come Enzo Cainero si mette in testa una cosa, la raggiunge al 99,9%. Di certo sarebbe uno spettacolo unico e una promozione incredibile per l’intera regione e per tutto il Tarvisiano.