19 novembre 2018
Aggiornato 00:30

Sappada ancora senza luce e il sindaco si arrabbia

Manuel Piller Hoffer si sfoga su Facebook, lamentandosi per i continui rinvii nell'arrivo dei generatori
Sappada ancora senza luce e il sindaco si arrabbia
Sappada ancora senza luce e il sindaco si arrabbia (Bertarelli)

SAPPADA – Prosegue l’emergenza maltempo a Sappada. La comunità è in attesa dei generatori per togliere la popolazione locale dall’isolamento di energia elettrica. L’arrivo è fissato per giovedì pomeriggio, dopo alcuni rinvii che hanno fatto indispettire il sindaco Manuel Piller Hoffer. Danni per milioni di euro a infrastrutture e manufatti pubblici e privati, con centinaia di ettari di bosco letteralmente rasi al suolo dal forte vento. Problemi anche per la mancanza di acqua potabile. 

«Stiamo aspettando i generatori che avrebbero già dovuto arrivare – si sfogava qualche ora fa su Facebook il primo cittadino – Ad ora non abbiamo avuto nessuna comunicazione. Abbiamo più volte segnalato il problema a tutte le autorità competenti. La gente (e non solo) comincia, giustamente, a reclamare, visto che in quota è arrivata la neve e nei comuni limitrofi è arrivata la corrente. Bene fare da soli però…». Queste le parole del sindaco postate nella tarda mattinata di giovedì.

Parole che hanno avuto un effetto, visto i contatti avuti con il vicegovernatore Riccardo Riccardi e l’annuncio dell’arrivo dei generatori per il primo pomeriggio. «Invito i proprietari delle seconde case a non salire il fine settimana vista la situazione ancora non stabile». Questo l’appello lanciato da Piller Hoffer, che sempre dal suo profilo Facebook ha voluto dare una buona notizia ai suoi concittadini: «Dalle 12 è stata riaperta la strada tra Comeglians e Rigolato. Il ponte in ferro sarà regolamentato con semaforo». Finito quindi l’isolamento della località.