12 dicembre 2018
Aggiornato 00:30

Il destino di via Mercatovecchio? Lo decideranno i cittadini con un referendum

Il sindaco di Udine Pietro Fontanini pare intenzionato a lasciare agli udinesi la scelta definitiva sul centro storico
Il destino di via Mercatovecchio? Lo decideranno i cittadini con un referendum
Il destino di via Mercatovecchio? Lo decideranno i cittadini con un referendum (Adrea Fabris)

UDINE – Il destino di via Mercatovecchio? Lo decideranno i cittadini di Udine attraverso un referendum. La data potrebbe essere quella delle elezioni europee del 26 maggio. Il sindaco di Udine Pietro Fontanini pare intenzionato a lasciare agli udinesi la scelta definitiva sul centro storico, se trasformarlo in un’unica isola pedonale oppure lasciare libero accesso alle automobili. Un’idea, quella del referendum, portata avanti anche dal centrosinistra, che dimostra di aver cambiato posizione rispetto agli anni in cui era in maggioranza, quando la consultazione popolare non rientrava nei programmi della giunta Honsell.  

Un nostro lettore, Adrea Fabris, ha provato a ipotizzare una via Mercatovecchio del futuro, sviluppando l’idea espressa qualche giorno fa dal sindaco Fontanini: strada pedonale ai lati, con la pavimentazione in pietra piasentina, e spazio al bus o al tram nella corsia centrale, rivestita in porfido. Un’idea progettuale che è già stata presentata alla Soprintendenza e che, se sarà approvata, sarà proposta alla ditta che si è aggiudicata i lavori (mai partiti a causa di un ricorso al Tar vinto dai commercianti del centro). L’unica cosa certa, per ora, è che via Mercatovecchio resterà aperta al traffico fino al 31 gennaio, termine per la sperimentazione introdotta dall’amministrazione Fontanini.