12 dicembre 2018
Aggiornato 00:30

Gsa Udine a Piacenza alla ricerca della prima vittoria esterna

Bianconeri in campo domenica alle 18: riusciranno a ripetere la positiva prova interna contro Ravenna?
Gsa Udine a Piacenza alla ricerca della prima vittoria esterna
Gsa Udine a Piacenza alla ricerca della prima vittoria esterna (Diario)

UDINE - Per la sesta giornata del campionato di A2, la Gsa Udine si trasferisce a Piacenza dove domenica, alle ore 18, affronterà la locale squadra dell'Assigeco (telecronaca in diretta su UdinewsTv, radiocronaca su  BH web radio).
La formazione di coach Cavina proverà ad acciuffare con gli emiliani la sua prima vittoria esterna in questo campionato, dopo che in casa sono arrivati 4 dei 6 punti conquistabili. Nelle prime due uscite i bianconeri sono, infatti, tornati a casa a mani vuote: ad Imola giocando un secondo quarto sotto tono contro una formazione, sulla carta, più debole e a Bologna giocando un pessimo e decisivo terzo quarto con i forti felsinei anche se privi, nell'occasione, di due giocatori quali Fantinelli e Mancinelli.

Gli udinesi arrivano a Piacenza galvanizzati dall'ottima prestazione casalinga con Ravenna, sepolta sotto 39 punti di divario e con tutta la squadra in buone condizioni fisiche. Tutti i tifosi, presidente Pedone in testa, si attendono una conferma dell'ultima prestazione in cui si è tornata a vedere quella fluidità di gioco e quella verve difensiva che sembravano essere state smarrite dopo la brillante pre-season.

Ad attenderli ci sarà, però, una formazione comunque in salute, come testimonia il recente successo acciuffato dall'Assigeco contro la quotata Verona, sconfitta per 89 a 87. Nell'occasione furono ben 5 i piacentini ad andare in doppia cifra, a testimonianza di una buona organizzazione di squadra e della presenza di diversi giocatori di talento tra cui spiccano il play ex Trevino Sabatini, la guardia americana Murry e l'ala Formenti. In panchina dell'Assigeco siede uno degli allenatori più giovani ed interessanti dell'A2, quel Ceccarelli che aveva già fatto bene  la scorsa stagione con la neopromossa Montegranaro.