19 novembre 2018
Aggiornato 00:30

Ubriaco al pronto soccorso non si calma nemmeno all’arrivo dei carabinieri: denunciato

Per il 49enne è scattato il deferimento per le ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio, procurato allarme e ubriachezza
Ubriaco al pronto soccorso non si calma nemmeno all’arrivo dei carabinieri: denunciato
Ubriaco al pronto soccorso non si calma nemmeno all’arrivo dei carabinieri: denunciato (Diario di Udine)

LATISANA - Resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio, procurato allarme e ubriachezza, sono queste le ipotesi di reato di cui dovrà rispondere un 49enne, denunciato dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Latisana. 

UBRIACO - Gli uomini dell’Arma, coadiuvati dai colleghi della stazione di Palazzolo dello Stella, sono intervenuti al pronto soccorso dell’ospedale di Latisana perché un uomo, in evidente stato di ubriachezza, stava inveendo nei confronti del personale sanitario. Alla vista delle divise la situazione non è migliorata. Il 49enne residente in zona, ha opposto resistenza ai militari intervenuti, finché questi sono riusciti a bloccarlo e ad accompagnarlo in caserma. Proprio in quella circostanza l’uomo è caduto autonomamente a terra riportando delle lievi escoriazioni giudicate guaribili in 5 giorni.

LA DENUNCIA - Arrivato in caserma la situazione non è migliorata, come hanno riferito i carabinieri: l’uomo ha continuato con il suo atteggiamento aggressivo e richiesto l’intervento dell’ambulanza «simulando di essere stato vittima di un sinistro stradale», come si legge in una nota. Condotto nuovamente in ospedale è stato successivamente dimesso. Per lui a quel punto è scattato il deferimento per le ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio, procurato allarme e ubriachezza.