29 maggio 2020
Aggiornato 06:30
Il blitz

Festa non autorizzata a Remanzacco: interviene la Polizia

A finire nei guai un 16enne che faceva pagare l'ingresso e aveva preparato superalcolici pronti per la somministrazione
Festa non autorizzata a Remanzacco: interviene la Polizia
Festa non autorizzata a Remanzacco: interviene la Polizia Polizia di Stato

REMANZACCO – Avevano organizzato una festa con i fiocchi, con musica, superalcolici, effetti speciali e biglietto di ingresso. Peccato che questo party in un capannone di Remanzacco non fosse stato autorizzato e che soprattutto fosse stato organizzato da un minorenne. Per questo sono intervenuti gli agenti della polizia, che hanno sgomberato il capannone mettendo fine al divertimento delle decine di ragazzi già arrivati.

La norma parla chiaro. Non si può organizzare senza specifiche autorizzazioni uno spettacolo a pagamento, soprattutto in un luogo chiuso. Senza contare che trattandosi di ragazzi minorenni, le bevande alcoliche avrebbero dovuto essere bandite. Il giovane organizzatore della festa, un 16enne, è stato denunciato per «Apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo».

Al momento dell'arrivo della Polizia pare che le bottiglie di superalcolici non fossero ancora state aperte. Nel capannone si trovavano già una settantina di ragazzini.