20 ottobre 2019
Aggiornato 14:00
L'intervento

Zanin presenta le linee strategiche del Consiglio per il rilancio e la crescita del Fvg

Tra gli obiettivi, incrementare la qualità della produzione legislativa e al tempo stesso semplificare il processo normativo
Zanin presenta le linee strategiche del Consiglio per il rilancio e la crescita del Fvg
Zanin presenta le linee strategiche del Consiglio per il rilancio e la crescita del Fvg

UDINE - Elevare la qualità della produzione normativa, comunicare con efficacia, informatizzare attività e processi, migliorare il supporto agli organi di garanzia, razionalizzare la spesa, incrementare la trasparenza. Sono le linee strategiche del documento di pianificazione del Consiglio regionale per il triennio 2019-2021, cinque traguardi che riflettono la nuova visione di un'istituzione che vuole porsi sempre più a servizio del territorio e della sua comunità.

GLI OBIETTIVI PERSEGUITI - «Le strategie elaborate dall'Ufficio di presidenza - ha detto Piero Mauro Zanin, presidente del Consiglio regionale, commentando gli obiettivi - puntano a incrementare la qualità della produzione legislativa e al tempo stesso semplificare il processo normativo». Tra gli obiettivi declinati nell'atto figura infatti, la volontà di sviluppare l'attività dell'area giuridico legislativa per fornire agli organi consiliari e ai consiglieri adeguati strumenti di analisi giuridica anche in relazione alla costante evoluzione normativa in ambito nazionale ed europeo. L'amministrazione intende investire poi sulla comunicazione integrando e coordinando gli strumenti esistenti per sviluppare e consolidare i rapporti con la comunità e favorire la conoscenza di servizi che si rivolgono direttamente al cittadino, come l'attività svolta dalla Biblioteca consiliare Livio Paladin e quella legata alle attività espositive, alle mostre e agli eventi organizzati nelle sedi dell'Assemblea a Trieste, Roma e Bruxelles. Sul fronte dell'innovazione informatica si prosegue con le iniziative già messe in atto che intendono ridurre i documenti cartacei e aumentare la produzione e lo scambio di materiale in forma elettronica, anche per quanto attiene alle attività d'Aula e delle Commissioni.

"LAVORO RIGOROSO E INNOVATIVO" - Razionalizzazione e implemento dei processi riguarderanno anche gli organi di garanzia: Corecom, Garante dei diritti e Difensore civico, per migliorare i servizi resi all'utenza. Infine la trasparenza, che resta una delle priorità del Consiglio regionale in armonia con un modello di pubblica amministrazione che si apre all'esterno, condividendo il proprio patrimonio informativo e permettendo un controllo costante da parte dei cittadini. In questo ambito sarà potenziata l'accessibilità a documenti e informazioni reperibili attraverso il web, strumento capace di raggiungere un numero indefinito di soggetti; sarà implementato il piano triennale per la prevenzione della corruzione. «E' un lavoro, quello che abbiamo stabilito, rigoroso e innovativo - ha concluso Zanin - che con regole trasparenti, innovative ed efficaci ritengo possa contribuire a riavviare quel processo di sviluppo del territorio, mortificato negli anni passati, anche dalla crisi economica. E' dalle proposte normative del Consiglio e dei consiglieri, svolte di concerto con la Regione, che poggia il rilancio e la crescita della nostra comunità».