6 dicembre 2021
Aggiornato 06:00
Udine

Consegnato l'abete di Sappada: già partito il 'toto-nome'

L’albero è alto oltre nove metri e ha trovato sistemazione nella centralissima via Lionello, esattamente di fronte a palazzo D’Aronco, sede del Comune

UDINE - «Abbiamo ricevuto l’abete donato alla città di Udine dal Comune di Sappada iper le prossime festività natalizie. Un albero che per noi ha un significato particolare: innanzitutto perché proviene da una località tornata lo scorso anno in Friuli dopo oltre un secolo e mezzo di attesa; in secondo luogo perché è uno delle migliaia di abeti abbattuti dal maltempo nelle scorse settimane. Per questo, come amministratori e come cittadini di Udine, siamo onorati e orgogliosi di poter ricevere questo prezioso dono dal sindaco Manuel Piller Hoffer e da tutta la comunità sappadina, che ringraziamo di cuore». Con queste parole l’assessore alle attività produttive Maurizio Franz ha commentato, martedì pomeriggio, l’arrivo dell’abete e seguito, con i tecnici del Comune, la procedura con cui è stato issato sul basamento in ferro.

ALBERO ILLUMINATO DAL 23 NOVEMBRE - L’albero è alto oltre nove metri e ha trovato sistemazione nella centralissima via Lionello, esattamente di fronte a palazzo D’Aronco, sede del Comune di Udine. L’inaugurazione ufficiale del periodo natalizio, con l’accensione delle luci dell’albero e dell’illuminazione della città, si terrà venerdì 23 novembre, alla presenza del sindaco Pietro Fontanini e del sindaco di Sappada Piller Hoffer. 

SI CERCA UN NOME - Lo scorso anno 'Spelacchio', l'albero natalizio di Roma, diventò una 'celebrità in tutta Italia. Ora anche l'abete di Udine cerca un nome: alcune proposte, durante la diretta Facebook con cui vi abbiamo documentato l'arrivo dell'albero in città, sono già stati suggeriti: "Sappadino', 'Soldatino', 'Fortunello', 'Dolomito'. Ora tocca alla fantasia degli udinesi ribattezzare questo abete di 9 metri.