23 agosto 2019
Aggiornato 18:30
L'annuncio

Stabilità: 319 milioni in 3 anni per il rilancio dell'economia Fvg

A dirlo è l'assessore Zilli che assicura interventi in tutti i comparti, a partire da protezione civile, sanità e attività produttive,
Stabilità:  319 milioni in 3 anni per il rilancio dell'economia Fvg
Stabilità: 319 milioni in 3 anni per il rilancio dell'economia Fvg

UDINE - «Nei prossimi tre anni la Giunta Fedriga investirà 319 milioni di euro per la realizzazione di interventi necessari al rilancio del Friuli Venezia Giulia». Lo ha dichiarato l'assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, spiegando che «si tratta di un'azione ad ampio spettro che tocca tutti i comparti, a partire da protezione civile, sanità e attività produttive, senza tralasciare stanziamenti rilevanti per gli altri settori, tra i quali agricoltura, infrastrutture, ambiente e impiantistica sportiva». Zilli ha inoltre evidenziato che «verranno allocate risorse importanti agli enti locali i quali, attraverso le intese con la Regione, potranno godere dei vantaggi offerti da una regia unica per sviluppare i propri progetti».

LE PAROLE DELL'ASSESSORE ZILLI - L'assessore ha quindi rimarcato che «l'obiettivo del documento finanziario è di rimettere in moto l'economia regionale. La Giunta è fortemente convinta della necessità di sostenere il trend di ripresa del sistema Fvg, soprattutto in un momento in cui partner commerciali molto importanti, come la Germania, stanno dando segnali di arresto. Per raggiungere tale risultato dobbiamo ricorrere al mercato finanziario e contrarre mutui per sviluppare progetti che daranno risposte concrete alle necessità dei cittadini e delle imprese. L'azione finanziaria che l'amministrazione avvierà con la legge di Stabilità e il Bilancio di previsione 2019-21 - ha proseguito Zilli - è stata sviluppata sulla base delle priorità del territorio e consentirà, tramite la contrazione di mutui assolutamente compatibili con il bilancio regionale, un veloce avvio dei progetti di maggiore interesse. In questo modo, da un lato garantiamo al territorio la realizzazione di opere al servizio della collettività e dall'altro favoriamo il rilancio dell'economia».

ECCO COME SARANNO SPESE LE RISORSE - Entrando nello specifico dei capitoli principali, a favore della Protezione civile regionale per il prossimo triennio è previsto lo stanziamento di 65 milioni di euro (37 milioni nel 2019, 20 nel 2020 e 8 nel 2022); a Salute, politiche sociali e disabilità sono destinati 75 milioni (45 milioni nel 2019, 25 nel 2020 e 5 nel 2021); per Autonomie locali, sicurezza e immigrazione sono stati allocati 70 milioni di euro (15 milioni nel 2019, 50 milioni nel 2020 e 5 milioni nel 2021); ad Ambiente ed energia sono destinati 11 milioni (8,5 nel 2019, un milione nel 2020 e 1,5 milioni nel 2021); a Infrastrutture e territorio andranno 25 milioni di euro (2,9 milioni nel 2019, 9,6 nel 2020 e 12,5 nel 2021); alle Attività produttive spetteranno 25 milioni di euro (12 milioni nel 2019, 6,5 nel 2020 e 6,5 nel 2021) e per le Risorse agroalimentari, forestali e ittiche sono stati stanziati 20 milioni di euro per il 2019. Infine, per Lavoro, formazione, istruzione e famiglia l'importo previsto è di 10 milioni di euro (2.860.000 euro per il 2019, 4.140.000 euro per il 2020 e 3 milioni per il 2021).