13 dicembre 2019
Aggiornato 14:00
Domenica 2 dicembre alle 15

Bandiere nere. L'Isis a fumetti: Toni Capuozzo a Palmanova

Domenica 2 dicembre alle 15, nel Salone d’onore del Comune, si ragionerà assieme al giornalista e autore, su come, dove e quando è nato il terrore in nome di Allah
Bandiere nere. L'Isis a fumetti: Toni Capuozzo a Palmanova
Bandiere nere. L'Isis a fumetti: Toni Capuozzo a Palmanova

PALMANOVA - Toni Capuozzo torna a Palmanova, sua città natale, per presentare la sua ultima opera: «La culla del terrore. L’odio in nome di Allah diventa Stato».

L’EVENTO - Domenica 2 dicembre alle 15, nel Salone d’onore del Comune, si ragionerà assieme al giornalista e autore, su come, dove e quando è nato il terrore in nome di Allah, sulle origini dell'attuale terrorismo islamista, delle bandiere nere dell'ISIS, della guerra santa dello stato islamico e dei suoi seguaci contro gli infedeli occidentali. «Siamo davvero orgogliosi che un nostro concittadino, che così tanto ha dato al mondo del giornalismo, abbia deciso di tornare a Palmanova per presentare la sua ultima fatica. Il suo grande impegno per raccontare la realtà dei fatti dai teatri di guerra, la capacità di emozionare e sensibilizzare raccontando le persone e le vicende che quotidianamente insanguinano certi paesi, la sua voglia di andare fino in fondo alla notizia e investigarne le radici profonde, fanno di Toni Capuozzo uno dei testimoni previlegiati della storia mondiale degli ultimi 40 anni» commenta Francesco Martines, Sindaco di Palmanova.

L’ULTIMO LAVORO DEL GIORNALISTA - L’ultima fatica di Capuozzo è un’autentica opera di graphic journalism completamente italiana. Toni Capuozzo, racconta così in prima persona la nascita del terrore in nome di Allah, in un'opera a fumetti in bilico tra il reportage di guerra e il diario personale, tra il resoconto storico degli ultimi anni e l'autobiografia. L'opera è impreziosita dalla presenza di diverse fotografie inserite all'interno delle tavole disegnate e da numerosi articoli e lettere dal fronte del giornalista italiano. All’evento interverranno, oltre al reporter e autore, anche Armando Milon Polacco, disegnatore dell’opera, Paolo Mosanghini, vicedirettore del Messaggero Veneto (in qualità di moderatore).