17 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
Il 2 e il 16 dicembre

Invīt a teatri. Al Bon di Colugna il teatro ‘par furlan’

Tra due settimane gran finale con TSU e ‘Donald D.T. Live’. Anteprima il 13 dicembre in biblioteca a Feletto
Invīt a teatri. Al Bon di Colugna il teatro ‘par furlan’
Invīt a teatri. Al Bon di Colugna il teatro ‘par furlan’

TAVAGNACCO - Secondo appuntamento con Invît a teatri, il cartellone di spettacoli in lingua friulana, inaugurato lo scorso 25 novembre dal Comune di Tavagnacco e dalla Fondazione Luigi Bon.

IL 2 DICEMBRE - Dopo Rinassite. Vê cûr di cambiâ della Compagnia Instabile di Uanis, domenica 2 dicembre alle 17 al teatro ‘L. Bon’ di Colugna (via Patrioti 29) sarà presentato Miôr stâ cul mâl che si à, una produzione del gruppo ricreativo Drin e Delaide, per la regia di Claudio Mezzelani e con ldo Paron, Lisa Pericoli, Nicola Valentinis, Loana Colmano, Andrea Braida, Teodoro Bertussi, Giovanna Gori, Luigina Pilutti, Luigino Collovatti e Elisa Zatti. Si tratta di una commedia corale ambientata nel Friuli degli anni Settanta del secolo scorso, tra porte che si aprono e si chiudono e personaggi in frenetico movimento.

IL 16 DICEMBRE - Domenica 16 dicembre 2018, sarà la volta di Donald D.T. Live. Une serade psychedelic pop furlane, spettacolo ispirato alle pagine del romanzo più innovativo della letteratura friulana contemporanea, Donald dal Tiliment di Stiefin Morat, in cui si fondono il linguaggio teatrale, la musica e il fumetto. Sul palco gli attori di TSU Teatro Sosta Urbana Barbara Bregant, Andrea Collavino, Serena Di Blasio, Caterina Di Fant, Lucia Linda, Nicoletta Oscuro, Michele Polo, Federico Scridel, Micol Sperandio, Valentina Rivelli e Aida Talliente, accompagnati dalla band The High Jackers e dalle illustrazioni dal vivo di Paolo Cossi, per la regia di Andrea Collavino e con la produzione di Teatro della Sete e associazione Lenghis dal Drâc.  La storia rocambolesca di Donald Duck, Saco e Pidins, ambientata in un Friuli da fantascienza, è messa in scena con il sostegno dell’ARLeF (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane).

IL 13 DICEMBRE - Questo appuntamento avrà una interessante anteprima giovedì 13 dicembre alle 17.30 nella Biblioteca civica di Feletto Umberto, dove l’autore del romanzo, Stiefin Morat, si confronterà con gli attori Michele Polo e Lucia Linda sulla narrazione contemporanea in lingua friulana, in un incontro coordinato dallo Sportello linguistico comunale, in cui non mancheranno sorprese teatrali. «Dare spazio a spettacoli teatrali in lingua friulana non è una novità per il nostro comune e per la Fondazione Bon», è il commento dell’assessore alla cultura del Comune di Tavagnacco, Ornella Comuzzo. «Siamo consapevoli del fatto che il teatro in friulano è una delle forme artistiche e di comunicazione in cui la lingua esprime la propria vitalità e con cui è possibile promuoverne l’uso positivo e consapevole, senza pregiudizi di sorta», aggiunge Comuzzo, sottolineando che con Invît a teatri «il pubblico avrà l’opportunità di confrontarsi con forme e modalità differenti di utilizzo della lingua friulana a teatro, tra tradizione e innovazione».