16 dicembre 2018
Aggiornato 00:30

Casa Immacolata, Meloni: «Unanimità segnale importante»

La consigliera comunale del Pd si augura possa essere trovare una pronta risoluzione allo sfratto del Club Alcolisti
Casa Immacolata, Meloni: «Unanimità segnale importante»
Casa Immacolata, Meloni: «Unanimità segnale importante» (web)

UDINE - «La votazione unanime da parte di tutte le forze politiche sedute a palazzo D’Aronco è segnale molto importante e traccia la strada per una pronta risoluzione del problema. Si apra ora un serio confronto». Commenta con soddisfazione la consigliera comunale del Pd Eleonora Meloni, all’indomani dalla votazione della mozione di sentimenti che aveva presentato insieme ai colleghi dell’opposizione, per porre all’attenzione del Consiglio il tema legato allo sfratto del Club Alcolisti di Casa dell’Immacolata dalla sua storica sede.

«Nel corso di questi mesi – afferma Meloni – si sono moltiplicate le iniziative a sostegno e supporto degli utenti, dei loro familiari e degli operatori della Casa, che con questa repentina e immotivata decisione si sono trovati disorientati e privi di un punto di riferimento fondamentale per la cura e il supporto, quale è il Club, e che di fatto pone seri problemi alla piena riuscita del percorso terapeutico». «La mozione – continua la consigliera - ripercorre le origini di Casa dell’Immacolata e l’impegno del suo straordinario fondatore, Don Emilio De Roja, che ha dedicato la sua vita agli ultimi, e di come la Casa sia diventata un importante luogo di per la cura dei problemi legati alle patologie alcol-correlate; riferimento non solo per la città di Udine, ma per tutto il Friuli e oltre».

«Con questa votazione unanime, che di certo non potrà essere ignorata dal Cda, di fatto abbiamo dato un segnale tangibile che tutta la politica udinese è dalla parte degli utenti e dei loro familiari e li sosterrà in questo percorso di dialogo con il Consiglio d’amministrazione della Fondazione, al fine da trovare una pronta risoluzione». «Ora rimaniamo in attesa di conoscere quali saranno gli esiti dell’incontro che avverrà tra il sindaco Fontanini e il presidente del Consiglio di amministrazione. Siamo speranzosi che una mediazione si possa trovare, nell'interesse di tutta la collettività. L’attenzione (politica e mediatica) non calerà e neppure il nostro impegno».